Elezioni 2013 the day after sui media internazionali: lo spettro dell’ingovernabilità aleggia sull’Italia

Ingovernabilità: una sola parola d’ordine per descrivere i titoli dei principali protagonisti della stampa internazionale.

di sara


Dopo il terremoto di queste elezioni abbiamo deciso di fare un punto sui media internazionali per capire cosa ne pensano dell’Italia all’estero anche in questi ultimi frangenti. La parola d’ordine sui media francesi e non solo, è ingovernabilità. Se Le Monde non esita a prospettare la difficoltà della situazione, Le Figaro evoca la minaccia di un blocco politico. Lato spagnolo El Pais titola “Berlusconi e l’antipolitica di de Grillo portano l’Italia verso l’ingovernabilità”, chiamando in causa i due grandi movimenti di piazza di questa campagna elettorale e descrivendo un paese allo sbando, mentre El Mundo mette l’accento sulla bassa partecipazione e gli inglesi di The Guardian si concentrano sulla crisi dell’Eurozona, riferendosi allo stallo politico italiano come la causa della caduta a valanga dei mercati.
The New York Times ci mette anche un video (che apre il post) con tanto di interviste in strada che descrivono un quadro piuttosto frammentato nel quale i soli elementi unitari sono l’amarezza a la disillusione dei cittadini. Dalle urne esce fuori un’impasse politica che tiene in scacco i tradizionali protagonisti e potrebbe mettere in discussione anche il ruolo della terza forza economica all’interno della compagine europea, come evidenziano alcune testate come la francese Libération che teme che il disgusto degli italiani si estenda anche alle politiche continentali. L’agenzia di stampa russa Itar-Tass parla di una vittoria a margine strettissimo della coalizione di centro-sinistra (solo che i grillini rifiutano ogni alleanza) e per i tedeschi della FAZ (Frankfurter Allgemeine Zeitung) la grande notizia sono proprio i grillini in Parlamento.

I Video di Blogo