Elezioni 2013 | Il voto del 24 febbraio e la preparazione

24 febbraio 201325 febbraio 2013: i seggi riaprono alle 7 e si potrà votare fino alle 15.Dalle 15 arriveranno i primi exit poll, instant poll e intention poll (nuovo nome inventato da Sky per la sua maratona elettorale).Nel frattempo, ecco un’analisi della prima giornata, con il raffronto circoscrizione per circoscrizione dell’affluenza alle 22 e qualche

di

24 febbraio 2013

25 febbraio 2013: i seggi riaprono alle 7 e si potrà votare fino alle 15.

Dalle 15 arriveranno i primi exit poll, instant poll e intention poll (nuovo nome inventato da Sky per la sua maratona elettorale).

Nel frattempo, ecco un’analisi della prima giornata, con il raffronto circoscrizione per circoscrizione dell’affluenza alle 22 e qualche considerazione relativamente ai risultati che ci possiamo aspettare domani. Con l’idea che forse potrebbe esserci più d’una sorpresa.

24 febbraio 2013: affluenza e notizie

Elezioni 2013 - Affluenza ore 22 - 1/5

Elezioni 2013 – Affluenza ore 22
Elezioni 2013 - Affluenza ore 22 - 2/5
Elezioni 2013 - Affluenza ore 22 - 3/5

23.55: ecco il dato definitivo: 55,7% è l’affluenza alle 22.

22.59: mancano pochissimi dati da qualche manciata di comuni, e l’astensionismo si profila uno dei temi portanti di questa tornata elettorale, salvo clamorosi ribaltamenti (che a questo punto sarebbero addirittura miracolosi) nella giornata di domani. Al momento, l’affluenza alle 22 fa registrare un -8% rispetto all’analogo orario del 2008.

22.25: stando ai dati parziali, si profila un calo significativo rispetto al 2008. L’affluenza alle 22, al momento, quando è arrivata più della metà dei dati comunali, è al 54% (contro il 62,25% degli analoghi dati del 2008).

22.00: seggi chiusi. Ecco i dati d’affluenza alle ore 22.

21.50: fra una decina di minuti conosceremo il dato di affluenza delle ore 22.

21.33: gli ultras del Napoli protestano contro la tessera del tifoso. Alcuni bruciano la tessera elettorale (fotocopie, per la questura).

21.32: elettori che fotografano le schede elettorali

21.31: le Femen (foto) che contestano Berlusconi.

21.30: un po’ di colore dalle elezioni. La paranoia delle matite copiative.

Elezioni 2013 - Affluenza comune per comune 1/5

Elezioni 2013 – Affluenza comune per comune
Elezioni 2013 - Affluenza comune per comune 2/5
Elezioni 2013 - Affluenza comune per comune 3/5
Elezioni 2013 - Affluenza comune per comune 4/5

20.41: -2,41% rispetto al 2008. Questo è il dato significativo che emerge dalla seconda rilevazione, quella delle 19. 46,80% è la percentuale degli aventi diritto che si sono recati alle urne.

19.38: l’affluenza alle 19 si profila in calo di almeno 2 punti percentuali rispetto al 2008.

19.04: il primo dato, parzialissimo, parla di un’affluenza alle 19 vicina ai livelli del 2008 (45,67% contro 46,63% 49,11% nella passata tornata). Ma sono considerati i dati di soli 171 comuni.

Foto delle schede votate su Facebook

18.00: tal Amedeo Sollazzo, elettore barese, scatta le foto del suo voto e le mette su Facebook. Bisognerebbe fargli notare, oltre al fatto che l’episidio è sanzionabile e punibile con l’ammenda e con il carcere, che ha sovrapposto le schede, rischiando così di invalidare il voto, visto che il segno apposto sulla scheda rosa potrebbe essere passato anche alla scheda gialla: trattasi di matite copiative e di carta molto sottile. Non sovrapporre le schede è una delle accortezze da utilizzare, quando si vota.

16.20: le elezioni si svolgono regolarmente in tutta Italia, ma c’è evidententemente voglia di trovare cose che non vanno. Dopo il complotto delle matite copiative (di cui daremo conto a breve), gira insistentemente una voce che finisce anche sull’Adnkronos: ci sarebbe un caso di brogli ad Anzio. Una presidente di seggio sarebbe stata sorpresa a nascondere delle schede.

Il fatto – ancora da accertare – sarebbe stato denunciato dal Movimento Cinque Stelle. Su Twitter, Storace ha cavalcato e sta ancora cavalcando..

14.00: il dato definitivo dell’affluenza alle urne per le politiche 2013 alle ore 12 è del 14,94%. Le regionali, con il traino dell’election day, migliorano notevolmente il trend. La cosa non sorprende, vista la contemporaneità con le politiche.

Elezioni 2013 - Leader al voto - Silvio Berlusconi

Elezioni 2013 – Leader al voto

Elezioni 2013 - Leader al voto - La moglie di Mario Monit
Elezioni 2013 - Leader al voto - Mario Monti
Elezioni 2013 - Leader al voto - Mario Monti
Elezioni 2013 - Leader al voto - Mario Monti

13.55: l’affluenza alle ore 12 è al 14,94% quando mancano i dati di due soli comuni.

13.10: Silvio Berlusconi è stato contestato al seggio da tre ragazze a seno scoperto.

Elezioni 2013 - Affluenza comune per comune - Ore 12 - Piemonte 1 - Provincia di Torino 1/7

Elezioni 2013 – Affluenza comune per comune

Elezioni 2013 - Affluenza comune per comune - Ore 12 - Piemonte 1 - Provincia di Torino 1/7
Elezioni 2013 - Affluenza comune per comune - Ore 12 - Piemonte 1 - Provincia di Torino 2/7
Elezioni 2013 - Affluenza comune per comune - Ore 12 - Piemonte 1 - Provincia di Torino 3/7
Elezioni 2013 - Affluenza comune per comune - Ore 12 - Piemonte 1 - Provincia di Torino 4/7

12.56: man mano che arrivano i dati definitivi, aggiorniamo la galleria con l’affluenza alle urne alle 12, comune per comune. I primi dati definitivi arrivati sono quelli della Circoscrizione Piemonte 1, Torino e Provincia.

12.26: il dato si affina. Arrivano, naturalmente, i comuni dove si è votato di più. Affluenza intorno al 14%, il dato è destinato a salire ancora. Forniamo anche i dati delle Regionali 2013, e nel dettaglio, l’affluenza in Lombardia, l’affluenza nel Lazio e l’affluenza in Molise.

12.07: affluenza intorno al 13%.

12.00: l’affluenza delle 12 è il primo dato effettivo di questa tornata elettorale. Lo attendiamo a breve.

10.00: Google dedica alle Elezioni 2013 il suo Doodle.

Anche Fiorello si concentra, con la sua EdicolaFiore, sull’appuntamento elettorale, proponendo già i suoi exit poll.

24 febbraio 2013, ore 8.00: sono aperti da questo momento i seggi in tutta italia. Saranno 47 milioni circa gli elettori italiani che voteranno nelle 61.597 sezioni. Altri 3 milioni sono gli aventi diritto nelle circoscrizioni estere.

Due incognite pesano enormemente sull’esito della tornata elettorale. La prima è il maltempo (come ricordavamo ieri, è la prima volta che in Italia si vota in inverno, e le condizioni meteorologiche non sono incoraggianti, quantomeno al Nord e al Centro).

La seconda incognita è quella degli indecisi. Un buon 10%, secondo le stime più accreditate, che decideranno solamente all’ultimo momento.

23 febbraio: la vigilia

Elezioni 2013

20.00: Silvio Berlusconi viola il silenzio elettorale: soliti attacchi alla magistratura, definita «pericolosa più della mafia siciliana». Poi il Cav ribadisce concetti già espressi più e più volte il campagna elettorale. Seguono, ovviamente, le reazioni del Pd e di Rivoluzione civile. Infine, giunge ancora una volta Berlusconi a sostenere di non aver violato alcuna regola e di essersi limitato a parlare con un giornalista amico.

19.00: ecco una guida per non perdersi fra instant poll ed exit poll, proiezioni e risultati e palinsesti tv con cui seguire i primi dati su base statistica e poi quelli reali che si andranno via via configurando.

17.00: infine, tutto quello che dovete sapere sulla tessera elettorale: a cosa serve, quando viene ritirata, come fare ad avere il duplicato, come leggerla.

15.40: ecco, invece, come si vota alle elezioni 2013 politiche per Camera e Senato.

15.30: alcune comunicazioni di servizio, utili per l’election day. Ecco come si vota alle elezioni regionali 2013 se siete elettori di Lombardia, Lazio e Molise
.

    I lettori possono intervenire e commentare via Skype la diretta di Antonello Piroso, a partire dalle 17.00 di lunedì 25 febbraio 2013.

    Per farlo è sufficiente aggiungere su Skype il profilo utente andthewinneris Blogo. Potete anche fare uno squillo cliccando sul pulsante qui sotto.

    La redazione di Blogo.it selezionerà i lettori che vorranno intervenire.

12.00: in conferenza stampa, il Ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri ha illustrato, insieme al capo dipartimento Afari Interni e Territoriali (Alessandro Pansa) e al direttore centrale dei servizi elettorali (Nadia Minati), le modalità di diffusione dei risultati elettorali per la Camera, dei risultati elettorali per il Senato e di quelli per le Regioni.

«È stato fatto tutto il possibile e l’impossibile. «Il momento elettorale è un momento fondamentale per la democrazia e vogliamo che venga vissuto nel migliore dei modi dai cittadini»

ha dichiarato il Ministro.

Che ha anche precisato, trattandosi della prima volta di una tornata elettorale in inverno, che sono state allertate

«sul territorio tutte le prefetture e le istituzioni coinvolte nel sistema di protezione civile, compresi Vigili del fuoco, Forze dell’ordine, enti locali ed enti proprietari delle strade. Ogni elettore deve poter accedere al seggio».

23 febbraio 2013: è il giorno del silenzio elettorale. Ecco cosa significa.

Elezioni 2013 politiche: Speciale Polisblog

Lo speciale di Polisblog sulle elezioni politiche 2013 è completo e pronto a permetterci di seguire insieme a voi, in tempo reale, tutte le notizie che riguarderanno la tornata elettorale. Una tornata elettorale politica che si terrà il 24 e il 25 febbraio 2013.

Per gli stessi giorni, il prefetto di Milano ha convocato i comizi elettorali per le elezioni degli organi rappresentativi e di Governo della Regione Lombardia, e quello di Campobasso per le elezioni della regione Molise. Anche per il Lazio, il Presidente uscente ha fatto lo stesso, garantendo così lo svolgimento delle votazioni in un unico election day.

Elezioni 2013: come si vota

Elezioni 2013

La legge elettorale (il porcellum) prevede, per l’elezione della Camera e del Senato, un sistema misto: proporzionale, con premio di maggioranza e soglie di sbarramento (i dettagli).

Per le elezioni della Camera possono votare i maggiorenni (aventi diritto al voto).
Per le elezioni del Senato possono votare coloro che avranno compiuto i 25 anni di età (aventi diritto al voto) alla data di domenica 25 febbraio 2013.

Sulla scheda della Camera scheda rosa e su quella del Senato (scheda gialla) si esprime il proprio voto tracciando con la matita che viene consegnata dai membri del seggio elettorale con un solo segno (una croce o una barra) nel riquadro che contiene il contrassegno della lista prescelta.

«E’ vietato scrivere sulla scheda il nominativo dei candidati e qualsiasi altra indicazione».

Leggerissima differenza per due regioni:

«Nella regione Valle d’Aosta (per la Camera e per il Senato) e nella regione Trentino-Alto Adige (per il solo Senato) l’elettore esprime il voto tracciando con la matita un solo segno sul contrassegno del candidato prescelto o comunque nel rettangolo che lo contiene».

Elezioni 2013: quando si vota

Elezioni 2013

Come dicevamo, le urne saranno aperte domenica 24 febbraio, dalle ore 8 alle ore 22, e lunedì 25 febbraio dalle ore 7 alle ore 15. Si vota per il rinnovo dei rappresentanti del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati.

Contestualmente, in Lombardia, Lazio e Molise, si vota per il rinnovo degli organi regionali.

Il corpo elettorale

Elezioni 2013

Gli elettori sul territorio nazionale sono

«per la Camera dei Deputati, 47.011.309, di cui 22.569.269 maschi e 24.442.040 femmine»

«per il Senato della Repubblica 43.071.494, di cui 20.547.324 maschi e 22.524.170 femmine»

Saranno divisi in 61.597 sezioni. Eleggeranno 618 deputati e 209 sentatori.

Nella circoscrizione estero

«sulla base dei dati dell’apposito elenco definitivo, sono per la Camera dei Deputati 3.438.670 e per il Senato della Repubblica 3.103.887 che eleggeranno 12 deputati e 6 senatori»

.

I temi della tornata elettorale

Elezioni 2013

Come noto, le elezioni nel 2013 erano previste, ma si stanno svolgendo in maniera anticipata dopo le dimissioni di Mario Monti, che era stato chiamato a formare un governo tecnico nel mese di novembre del 2011. Pier Luigi Bersani era riuscito a dare una solida base di credibilità al suo partito, anche attraverso le primarie che lo hanno visto sconfiggere al secondo turno Matteo Renzi. Il vantaggio enorme nei sondaggi, tuttavia, è andato assottigliandosi col tempo, dopo la ridiscesa in campo di Silvio Berlusconi.

Il Cavaliere, dal canto suo, non ha la possibilità di aspirare a una nuova vittoria, ma può sperare di costringere la coalizione di centrosinistra ad allearsi al centro (quindi, con Monti) e dunque di spostare a destra l’asse di governo del paese, facendo mancare, al Senato, il numero per il governo (grazie alla legge elettorale, il porcellum, che prevede un premio di maggioranza su base regionale).

Mario Monti, dal canto suo, ha tentato la sortita politica (una cosa che si vagheggiava, comunque, da almeno un anno). Non ci è dato sapere se sperasse di poter racimolare davvero qualcosa più di una manciata di punti percentuali o se il suo obiettivo era semplicemente diventare indispensabile per la governabilità del paese.

Antonio Ingroia ha deciso di darsi alla politica e di riunire, in una cosa dalla strana forma, Idv, Comunisti italiani, Rifondazione comunista e alcune “anime movimentiste”, come le chiama lui.

Su tutti, soffia forte lo tsunami di Beppe Grillo, accreditato dagli ultimi sondaggi ammissibili come terzo partito (e da quelli “non pubblicabili”, stando a quanto si legge in giro, addirittura come secondo).

A colorire ulteriormente la campagna elettorale, che è stata la più immanente e invasiva dal punto di vista mediatico (più televisiva di sempre, anche se il confronto in diretta non ci sarà), ci si è messo Oscar Giannino, con il suo Fare per fermare il declino che ha racimolato un minimo di consenso e poi è deflagrato con lo “scandalo” delle menzogne sui titoli di studio del leader.

I programmi a confronto

Elezioni 2013

Abbiamo seguito, su magazine del nostro network, le proposte delle varie coalizioni, che abbiamo raccolto in un pezzo di confronto fra i programmi.

Nella nostra selezione troverete le politiche ambientali, quelle per la famiglia, le politiche per le donne e contro la violenza e il femminicidio, le politiche su tasse e fisco, le politiche per l’agenda digitale, il lavoro, la giustizia.

Se siete incuriositi da quelli delle coalizioni “minori”, o comunque dai documenti ufficiali, il Ministero dell’Interno li ha raccolti tutti in un’apposita pagina web, sul sito ufficiale dedicato alle elezioni.

Le coalizioni

Elezioni 2013

Ecco una presentazione delle principali coalizioni, con tutti gli aggiornamenti in tempo reale:

Silvio Berlusconi e il Centrodestra
Il Centrosinistra di Pier Luigi Bersani
Il Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo
Rivoluzione civile – Antonio Ingroia
sito del Ministero dell’Interno.

Se poi siete curiosi di leggere una selezione da i programmi degli altri, eccola: dalla tassa sul tradimento alla civiltà rurale.

L’affluenza

Elezioni 2013

Il dato di affluenza alle urne sarà senz’altro uno dei più importanti da tenere d’occhio, fin dal primo pomeriggio della domenica (generalmente, le rilevazioni avvengono alle 12, quindi è lecito aspettarsi dei dati da confrontare con i trend del passato fin dall’ora di pranzo).

Lo storico delle affluenze della seconda repubblica racconta, eccezion fatta per il 2006, una progressiva disaffezione nei confronti della politica e delle urne da parte degli italiani.

I risultati

Elezioni 2013

Dopo un primo annuncio in senso contrario, anche la Rai, come Sky, divulgherà instant poll ed exit poll.

Naturalmente, seguiremo in diretta la divulgazione di dati, exit poll e proiezioni, nonché dei dati definitivi che arriveranno progressivamente.


Risultati Senato

Risultati Camera

Lo spoglio avrà inizio lunedì 25 febbraio, al termine delle operazioni di voto e di riscontro dei votanti. Si comincerà dallo scrutinio delle schede per l’elezione del Senato.

I Video di Blogo