Italiano ucciso in Germania: Domenico Lorusso pugnalato al cuore

Domenico Lorusso, 31 anni, è stato ucciso a Monaco di Baviera con una coltellata al cuore. L’omicidio è avvenuto la sera del 28 maggio. Caccia al killer.

di remar

    18.20 – Fonti del Consolato generale d’Italia a Monaco di Baviera confermano all’Adnkronos che Lorusso non conosceva l’omicida: “La colluttazione è stata un fatto puramente casuale”. Il killer “era una persona sconosciuta, i due si sarebbero incontrati per caso per strada, non è stata una lite per gelosia”. Dal Consolato si sottolinea poi che: “episodi come questo sono molto rari qui, è una delle città più sicure d’Europa. È veramente incredibile”.

Un italiano residente in Germania, Domenico Lorusso, di 31 anni, è stato ucciso a Monaco di Baviera con una coltellata al cuore. L’omicidio è avvenuto la sera del 28 maggio. Secondo la ricostruzione della polizia Lorusso, ingegnere originario di Potenza, era in bici con la fidanzata 28enne quando uno sconosciuto passando accanto a loro avrebbe indirizzato uno sputo alla donna.

A quel punto l’italiano ha affontato l’uomo, provando a chiedere spiegazioni per il gesto ma ne è nata una lite e l’aggressore a un certo punto ha tirato fuori di tasca un coltello con cui ha pugnalato Lo Russo al petto prima di fuggire.

Tutto è accaduto in pochi minuti su una sponda del fiume Isar, che attraversa Monaco, intorno alle 22.00 di martedì. Lorusso, che lavorava per una compagnia aerea, è poi morto in ospedale dove era arrivato in condizioni gravissime. La polizia, scrive la stampa locale, ricerca un uomo sui 35 anni con i capelli corti e scuri, che al momento dei fatti aveva addosso una giacca nera e una borsa a tracolla dello stesso colore.

Ora si attende l’esito dell’autopsia mentre la polizia tedesca si affretta a chiarire che allo stato non esistono elementi che possano accreditare un movente di tipo xenofobo.

Foto © Getty Images – Tutti i diritti riservati