‘Ndrangheta, cosca Giampà: arrestati 4 imprenditori a Lamezia Terme

Gli imprenditori finiti in manette sono Davide Orlando, Roberto Piacente, Francesco Cianflone e Antonio Gallo.

di remar

Sono quattro gli imprenditori edili arrestati questa mattina dalla Dia di Catanzaro, su ordine della Direzione distrettuale antimafia del capoluogo, perché ritenuti organici alla cosca Giampà di Lamezia Terme considerata egemone sul territorio di Nicastro e contrapposta al clan Torcasio per il controllo delle attività illecite nell’area.

Gli imprenditori finiti in manette sono Davide Orlando, 31 anni, Roberto Piacente, 43 anni, Francesco Cianflone, 58, e Antonio Gallo, di 40, che dovranno ora difendersi dall’accusa di associazione per delinquere di tipo mafioso. Nell’operazione, denominata Piana a scattata all’alba di oggi, gli agenti della direzione investigativa antimafia hanno sequestrato agli arrestati sei imprese, per un valore totale di 25 milioni di euro. Scrive la Dia in una nota:

«Trattasi di uno scellerato accordo nel quale il modus operandi proprio della ‘ndrangheta, intriso di coercizione e violenza, ha scardinato le più elementari manifestazioni di autodeterminazione degli individui, così da realizzare sulla collettività sottomessa un controllo totale ed asfissiante»

Secondo i pm, che si sono avvalsi delle dichiarazioni di collaboratori di giustizia dissociatisi dalla cosca, gli imprenditori avrebbero messo a disposizione del clan Giampà le aziende loro riconducibili e operanti nel settore del calcestruzzo.

© Foto TMNews

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →