Yara Gambirasio: proseguono le ricerche, si interrogano amici e conoscenti. Valida anche la pista del maniaco

Le indagini sulla scomparsa di Yara Gambirasio, ne parlavamo ieri, sono tornate quasi al punto di partenza, ma questa volta godranno del supporto del Raggruppamento carabinieri per le investigazioni scientifiche, del Reparto operativo speciale e del Reparto analisi criminologiche. In queste ore si stanno passando al setaccio la vita quotidiana di Yara e le sue


Le indagini sulla scomparsa di Yara Gambirasio, ne parlavamo ieri, sono tornate quasi al punto di partenza, ma questa volta godranno del supporto del Raggruppamento carabinieri per le investigazioni scientifiche, del Reparto operativo speciale e del Reparto analisi criminologiche.

In queste ore si stanno passando al setaccio la vita quotidiana di Yara e le sue frequentazioni: parenti, conoscenti, persone incontrate, ambienti frequentati, percorsi abituali.

E’ lì, secondo gli inquirenti, che potrebbe nascondersi la chiave del mistero: se Yara è stata rapita, qualcuno di sua conoscenza potrebbe essere coinvolto.

In parallelo si sta considerando un’altra ipotesi, quella del maniaco sessuale. Ne parla TgCom:

Nei giorni precedenti la scomparsa di Yara, alcuni presunti molestatori erano stati segnalati a Brembate e nei paesi vicini. Gli investigatori in particolare stanno valutando un caso accaduto ad Almé: un uomo, di fronte a una scuola elementare, aveva cercato di far salire una bambina sulla sua auto. Stessa cosa sarebbe avvenuta, secondo la testimonianza di un giovane, presso la scuola si Brembate.

Parallelamente le ricerche vanno avanti. Da L’Eco Di Bergamo:

Intanto oggi a Brembate Sopra le ricerche sono ripartite intorno alle 9 dagli invasi e dalle vasche d’acqua delle aziende della zona: presenti al campo base i tecnici della Idrogest, la società che ha anche in gestione gli acquedotti dell’area. Mercoledì i vigili del fuoco avevano svuotato una vasca di un’azienda di Brembate Sopra in cui si trova materiale edile.
I carabinieri del Ros sono anche tornati nel cantiere del centro commerciale alle porte di Mapello ed estenderanno le loro ricerche anche in altri cantieri vicini a Brembate Sopra utilizzando un georadar, un’apparecchiatura che misura la consistenza del cemento anche in profondità, per rilevare eventuali anomalie. Lo strumento è in grado di mostrare la stratigrafia della parte di sottosuolo investigato, attraverso la riflessione delle onde elettromagnetiche. Una volta valutate le caratteristiche elettriche, può «vedere» la forma di un corpo estraneo, il suo spessore e valutare la profondità alla quale esso si trova.

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →