Ferrara, frode fiscale milionaria: 13 arresti

Tredici persone, membri di un sodalizio criminale nel Ferrarese, sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza per frode fiscale. Per 9 di loro si sono aperte le porte del carcere, gli altri sono finiti ai domiciliari.

Tredici persone sono state arrestate stamattina dalla Guardia di Finanza di Ferrara nel corso di un’operazione finalizzata alla decapitazione di un’organizzazione criminale colpevole, secondo l’accusa, di frode fiscale attraverso una ventina di società attive nel settore della commercializzazione dei metalli ferrosi.

L’indagine, condotta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bologna ha permesso di accertare come gli indagati avessero costituito un’associazione a delinquere per scopi illeciti attuata tramite false dichiarazioni d’intento all’esportazione rilasciate da alcune società cantiere costituite proprio con questo scopo.

L’organizzazione, secondo quanto ricostruito, aveva un giro d’affari da 100 milioni di euro, mentre l’importo dell’IVA evasa ammonterebbe a 30 milioni di euro. Le società coinvolte nell’organizzazione, costituite proprio con l’intenzione di frodare il fisco, sono 22.

Dei tredici indagati, 9 sono finiti in carcere, mentre gli altri 4 sono stati posti ai domiciliari. L’operazione è stata coordinata dal Procuratore Distrettuale Roberto Alfonso.

Foto © TMNews