Elezioni 2013: Silvana Carcano (M5S) «Insultati da un giornalista di Repubblica»

Un giornalista replica a un comunicato del Movimento 5 Stelle

di guido

La candidata del Movimento 5 Stelle alle regionali lombarde Silvana Carcano scrive una lettera aperta a Ezio Mauro denunciando di essere stata insultata da un giornalista di Repubblica, e posta uno screenshot che mostra la risposta del cronista (di cui non divulga l’identità) a un comunicato del Movimento:

Visto che non fate lavorare i giornalisti agli show del vostro ducetto smettete di rompere il cazzo con le vostre mail grazie

La Carcano scrive sul suo blog

Egregio Direttore,
Le scrivo una lettera aperta in merito alle comunicazioni intercorse in data odierna fra il Suo quotidiano e l’ufficio stampa del Movimento 5 Stelle.
Un Suo collaboratore ha risposto al nostro comunicato stampa riguardo al luogo e orario del nostro post-election day, con una email che riteniamo fuori luogo, offensiva e non professionale.

Ma le cose non sono finite qui. La Carcano riporta che alla replica dell’ufficio stampa del M5S, il giornalista ha risposto così:

“Vaffanculo. Per adeguarmi allo stile del vostro pifferaio“

Nella risposta, l’Ufficio Stampa Lombardia del Movimento aveva informato il giornalista di averlo rimosso dalla mailing list con queste parole

con la presente l’Ufficio Stampa Lombardia 5 Stelle riscontra la Sua email di alto profilo che compare in calce, prendendo peraltro atto del livello di professionalità che trasuda. Finché i presupposti saranno questi, non dovreste meravigliarvi che la stampa estera venga privilegiata a discapito di quella nostrana…

Nella lettera al direttore di Repubblica, la Carcano chiede le scuse ufficiali all’Ufficio stampa e puntualizza alcune cose riguardo l’esclusione dei giornalisti italiani dal palco del comizio di Beppe Grillo venerdì scorso a San Giovanni:

-tutti i giornalisti che si erano accreditati sono stati ammessi all’area

-ai giornalisti che NON si erano accreditati, data la limitata disponibilità di spazio e le imprescindibili ragioni di ordine pubblico, era stato negato l’ingresso

-a seguito della mediazione operata dalle forze dell’ordine, che avevamo chiamato a causa dell’aggressività dimostrata dai giornalisti non accreditati nei confronti del servizio d’ordine dell’area riservata, alcuni giornalisti non accreditati sono comunque stati ammessi all’area, in funzione dello spazio disponibile e delle norme di sicurezza vigenti.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Elezioni regionali

Tutto su Elezioni regionali →