Tokyo, uccide e fa a pezzi nove persone: arrestato 27enne – FOTO

Takahiro Shiraishi ha confessato di aver ucciso nove persone e di averle fatte a pezzi nel tentativo di eliminare ogni traccia.

La polizia di Tokyo ha reso noto in queste ore di aver arrestato un giovane giapponese, identificato come il 27enne Takahiro Shiraishi, con l’accusa di aver fatto a pezzi dei cadaveri ed averli nascosti in dei contenitori termici conservati in casa a Zama, alle porte di Tokyo.

A lui le autorità sono arrivate durante le ricerche di una ragazza di 23 anni svanita nel nulla nei giorni scorsi. Tra i nove cadaveri rinvenuti a casa del 27enne, secondo quanto riferiscono le forze dell’ordine, ci sarebbe anche quello della 23enne che, stando a quanto emerso dai suoi account social, avrebbe contattato il 27enne Takahiro Shiraishi per quello che è stato definito un “patto suicida“.

Le cose, però, sono andate in modo diverso e il giovane l’avrebbe uccisa, così come avrebbe fatto con le altre sette donne e un uomo i cui cadaveri erano conservati in casa sua. Il 27enne avrebbe già fornito una piena confessione, rivelando di aver ucciso le nove persone e di averle fatte a pezzi nel tentativo di cancellare le prove.

Le indagini su questo giovane serial killer sono ancora in corso e non è chiaro, al momento, come sia riuscito a mettersi in contatto con le sue vittime né quando possa aver cominciato ad uccidere.