UK: Martin Smith a processo per aver violentato per quasi 10 anni una bambina a Manchester

E’ iniziato ieri a Manchester il processo al 45enne Martin Smith, accusato di aver abusato per quasi dieci anni di una bambina, ipnotizzandola e violentandola da quando aveva 7 anni fino al compimento dei suoi 16 anni. La vicenda è emersa nel 2007, quando la vittima ha trovato il coraggio di denunciare tutto alle autorità.


E’ iniziato ieri a Manchester il processo al 45enne Martin Smith, accusato di aver abusato per quasi dieci anni di una bambina, ipnotizzandola e violentandola da quando aveva 7 anni fino al compimento dei suoi 16 anni.

La vicenda è emersa nel 2007, quando la vittima ha trovato il coraggio di denunciare tutto alle autorità.

L’uomo fu interrogato, ma, mentre le indagini erano ancora in corso, lasciò l’Inghilterra e si trasferì in Spagna insieme alla moglie Lianne e alla figlia Rebecca, di 5 anni.

Le indagini, seppur a rilento, proseguirono e le accuse nei confronti di Smith furono formulate: tre capi d’accusa di stupro, tre di tentato stupro, quattro di aggressione e uno di violenza ai danni di minore.

Nella primavera del 2010 Martin Smith viene estradato in Inghilterra dalla Spagna e rinchiuso in carcere in attesa del processo.

Pochi giorni dopo i due figli della coppia, Rebecca e il neonato Daniel, vengono trovati morti in una stanza d’albergo di Lloret de Mar.

Ad ucciderli, secondo le autorità spagnole, sarebbe stata la madre, Lianne, che aveva perso la testa dopo l’arresto del marito.

La donna, 43 anni, è stata arrestata con l’accusa di omicidio e rinchiusa in una struttura psichiatrica di Girona, in attesa del processo.

Nel frattempo, mentre non si hanno notizie della situazione processuale della donna, suo marito Martin sarà presto condannato.

Nel corso dell’udienza di ieri è emerso che gli abusi iniziarono nel 1995, quando la vittima aveva solo 7 anni, e continuarono fino al 2004.

Per i primi anni Smith si limitò a tentate di ipnotizzare la bambina e a molestarla, ma col passare del tempo la situazione degenerò fino a vere e proprie violenze sessuali.

Il processo continua.

Via | Daily Mail

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →