Yara Gambirasio: svolta nelle indagini, tunisino fermato con l’accusa di omicidio

Svolta nelle indagini sulla scomparsa di Yara Gambirasio, la 13enne di Brembate di Sopra scomparsa il 26 novembre scorso. Ne parlavamo anche questa mattina: ieri pomeriggio un muratore tunisino è stato bloccato su un traghetto partito da Sanremo e diretto in Africa. L’uomo, la cui identità non è stata ancora resa nota, è stato interrogato

Svolta nelle indagini sulla scomparsa di Yara Gambirasio, la 13enne di Brembate di Sopra scomparsa il 26 novembre scorso. Ne parlavamo anche questa mattina: ieri pomeriggio un muratore tunisino è stato bloccato su un traghetto partito da Sanremo e diretto in Africa.

L’uomo, la cui identità non è stata ancora resa nota, è stato interrogato per tutta la notte e, alla fine, è stato fermato con l’accusa di omicidio.

Gli inquirenti ritengono che l’uomo abbia sequestrato e ucciso la ragazza, occultandone poi il cadavere. Le ricerche della salma, a quanto si è appreso, sarebbero già iniziate.

Si legge su L’Eco Di Bergamo:

Il comandante provinciale dei carabinieri, Roberto Tortorella, è stato a casa dei genitori di Yara a Brembate Sopra per comunicare loro gli ultimi sviluppi delle indagini. Nessuna dichiarazione del comandante che si è trattenuto per circa mezz’ora. Strada sbarrata per i giornalisti.

Smentito, invece, il fermo di un italiano, notizia trapelata nelle ultime ore. Maggiori dettagli saranno resi noti nel corso delle prossime ore.

Video | YouReporter

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →