Maricica Hahaianu: chiesta la scarcerazione di Alessio Burtone, i suoi legali accusano i medici del Policlinico Casilino

L’avvocato Fabrizio Gallo ha chiesto al gip Giovanni De Donato la scarcerazione del suo assistito, Alessio Burtone, il 20enne arrestato lo scorso 20 ottobre con l’accusa di omicidio preterintenzionale nell’ambito della morte dell’infermiera romena Maricica Hahaianu. La richiesta di scarcerazione è supportata da una consulenza tecnica firmata dal professor Alfredo Fontana Romero, neurochirurgo, e dal


L’avvocato Fabrizio Gallo ha chiesto al gip Giovanni De Donato la scarcerazione del suo assistito, Alessio Burtone, il 20enne arrestato lo scorso 20 ottobre con l’accusa di omicidio preterintenzionale nell’ambito della morte dell’infermiera romena Maricica Hahaianu.

La richiesta di scarcerazione è supportata da una consulenza tecnica firmata dal professor Alfredo Fontana Romero, neurochirurgo, e dal medico legale Gianluca Albertacci, secondo i quali la causa del decesso di Maricica sarebbe stato provocato dalla negligenza dei medici del Policlinico Casilino, dove l’infermiera è stata ricoverata per una settimana.

Dopo aver esaminato la catena fisiopatologica degli eventi clinici che hanno portato al decesso la signora Hahaianu, su cui hanno pesantemente influito una serie di comportamenti censurabili da parte dei sanitari che l’ebbero in cura, è possibile affermare con un ragionevole grado di certezza che la catena causale tra il trauma primitivo e il decesso della paziente viene ad interrompersi. In altre parole sono occorsi una serie di eventi, indipendenti da trauma primitivo che sono sufficienti a spiegare il determinismo della morte.


In sintensi, come dichiara Gallo:

La signora Maricica Hahaianu è morta per omissioni e negligenze dei medici in fase rianimatoria e non per il colpo infertole da Alessio Burtone.

Per questo motivo, secondo il legale, Burtone, che ora si trova in regime di isolamento a Regina Coeli, è responsabile del reato più lieve di lesioni. E, alla luce di questa perizia, Gallo chiede l’intervento del pm e di Renata Polverini, presidente della Regione Lazio:

Chiedo alla Polverini nonché alla commissione parlamentare sugli errori sanitari, di attivarsi immediatamente con un’indagine per verificare le responsabilità dei medici. L’indagine avrebbe già dovuto essere attivata dalla presidente della Regione quando il marito di Maricica lasciò il policlinico Casilino sollevando dubbi sull’operato dei sanitari. La Polverini avrebbe dovuto occuparsi di questo invece che delle condizioni carcerarie di Alessio Burtone.

La Polverini ha già risposto:

Quando arriverà la richiesta di una indagine vedremo se la Regione è nelle condizioni di procedere. Perché ritengo, ma farò una verifica, che gli atti siano già a disposizione della Procura, non credo che li abbiamo più noi.

Via | Il Messaggero

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →