Elezioni 2013: Napoli, ultras in protesta. «Tu mi tesseri, io non ti voto»

Contro l’obbligo del tesseramento. Gli ultras hanno precisato che la manifestazione non aveva alcuna connotazione politica.

di



Elezioni 2013 – La protesta degli ultras a Napoli

Elezioni 2013 - La protesta degli ultras a Napoli
Elezioni 2013 - La protesta degli ultras a Napoli

Napoli – Circa mille tifosi della squadra del Napoli hanno manifestato nel capoluogo campano, in piazza del Plebiscito, con lo slogan

«Tu mi tesseri, io non ti voto».

Non si sono registrati problemi di ordine pubblico: la manifestazione era stata annunciata da giorni, con affissione di manifesti in tutta la città.

Con un gesto dimostrativo, alcuni ultras hanno poi bruciato le loro tessere elettorali.

Il Mattino di Napoli precisa che, secondo la Questura, si trattava di fotocopie dei documenti. La polizia ha poi impedito che i manifestanti procedessero in corteo da Piazza del Plebiscito a Piazza Dante.

Sugli striscioni, altri slogan del tipo:

«Ultras liberi di esserlo»

«Questo calcio non conta un cazzo»

«Senza tessera»

La tessera del tifoso, fortemente voluta da Pisanu e poi da Roberto Maroni, è da tempo duramente contestata dagli ultras di tutta Italia. Su Calcioblog le ragioni della contestazione.

I Video di Blogo