UK: uccise a coltellate la compagna e la figlia neonata. Carcere a vita per Anthony Marsh

Nel febbraio scorso, in preda ad un raptus, Anthony Marsh uccise a coltellate la compagna Stephanie Bellinger, 24 anni, e sua figlia Lili, di appena dieci mesi. Una trentina di coltellate mentre le due stavano dormendo nel lettone della loro abitazione di Totton, Southampton. Marsh, arrestato poco dopo, si è giustificato dicevo di aver sentito


Nel febbraio scorso, in preda ad un raptus, Anthony Marsh uccise a coltellate la compagna Stephanie Bellinger, 24 anni, e sua figlia Lili, di appena dieci mesi.

Una trentina di coltellate mentre le due stavano dormendo nel lettone della loro abitazione di Totton, Southampton.

Marsh, arrestato poco dopo, si è giustificato dicevo di aver sentito delle voci che lo incitavano ad uccidere.

Ieri, a meno di un anno da quel duplice omicidio, si è concluso il processo: Marsh è stato condannato al carcere a vita.

Dovrà scontare almeno 26 anni prima di poter avanzare richiesta per la libertà vigilata.

Nel corso delle due settimane di dibattimento è emerso che l’assassino soffriva di disturbo bipolare e, complice un debito di oltre 15 mila euro, non è riuscito a controllare le voci che sentiva.

O, almeno, non ci è riuscito del tutto. Dopo aver ucciso la compagna e la figlia neonata, Marsh – che ha rivelato di aver contato diverse volte fino a 50, con la speranza che quelle voci sarebbero sparite – è riuscito a chiudere l’altro figlio, di due anni e mezzo, in una stanza, evitando così di uccidere anche lui.

Via | Guardian

I Video di Blogo

Gli ultimi minuti di vita di George Floyd

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →