Milano, uccide la moglie e si toglie la vita dopo l’avviso di sfratto

Tragedia in famiglia a Besate, in provincia di Milano: un uomo di 52 anni ha strangolato la moglie e si è tolto la vita impiccandosi: avevano appena ricevuto l’avviso di sfratto.

I corpi senza vita di due coniugi – 52 anni lui, 51 anni lei – sono stati trovati stamattina nella loro abitazione di Besate, in provincia di Milano, da un operaio che doveva eseguire dei lavori nell’appartamento. Immediato l’allarme e l’avvio delle indagini, che fin dai primi istanti hanno delineato un caso di omicidio-suicidio.

L’uomo, disoccupato e con problemi di alcolismo, secondo una prima ricostruzione avrebbe strangolato la moglie, uccidendola, e si sarebbe tolto la vita impiccandosi in casa. Alla base del folle gesto ci sarebbero motivi economici.

Sembra che la coppia, in gravi difficoltà finanziarie e da tempo in condizioni precarie, avesse da poco ricevuto l’avviso di sfratto. Avrebbero dovuto lasciare quell’appartamento e trasferirsi altrove, ma le difficoltà economiche hanno avuto la meglio e l’uomo ha deciso di farla finita portando con sé la moglie, affetta da disturbi psichici.

Del caso si stanno occupando i carabinieri di Abbiategrasso.