Dramma a Trento, attira la fidanzata con l’inganno e la uccide prima di suicidarsi

Un omicidio suicidio ha sconvolto la tranquillità di una piccola città in Trentino, si indaga per scoprire le cause

La piccola città di Tenno, nel Trentino Alto Adige, è sprofondata in una spirale di terrore e paura. Mattia Stanga, 24 anni, e Alba Chiara Baroni, 22 anni, sono stati trovati morti nella casa del ragazzo. Erano una coppia solida, solidissima, e a ottobre avrebbero dovuto sposarsi. Operaio lui, barista lei. Si conoscevano da una vita e sembravano destinati a rimanere insieme per sempre e invece qualcosa è andato storto.

I carabinieri stanno cercando di ricostruire gli ultimi istanti della coppia. Sembra probabile che ad uccidere Alba sia stato Mattia e che poi abbia rivolto l’arma, una pistola di fabbricazione cinese acquistata in mattinata, verso sé stesso. La tesi più accreditata è che il giovane abbia telefonato alla fidanzata dicendole di volersi suicidare.

La ragazza è accorsa sul posto, i carabinieri hanno trovato la sua panda con la portiera aperta, segno di gran fretta, sotto l’abitazione di Mattia. Una volta arrivata a casa del futuro sposo sarebbe stata fatta bersaglio di un numero ancora da accertare di colpi di pistola. Il vicino allertato dai rumori avrebbe immediatamente chiamato i carabinieri.

Purtroppo le forze dell’ordine sono giunte sul posto quando entrambi erano morti. Non risultano problemi sul lavoro o di salute, più probabile un litigio o un ripensamento di Alba Chiara. Tutte ipotesi che sono al vaglio degli investigatori.