Siria, attacco kamikaze nel campo per rifugiati: oltre 30 morti

Cinque kamikaze si sono fatti esplodere dentro e fuori dal campo per rifugiati di Rajm al-Salibi.

É di almeno 30 morti il bilancio in un attentato compiuto dai jihadisti dello Stato Islamico in un campo per rifugiati a Rajm al-Salibi, nella provincia siriana di Hassakeh, al confine con l’Iraq.

Secondo quanto riferisce l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, ben cinque militanti dell’ISIS si sarebbero fatti esplodere nello stesso momento dentro e fuori dal campo per rifugiati. Oltre 20 delle 32 vittime accertate – il bilancio è ancora provvisorio – sarebbero civili, rifugiati siriani e iracheni ospiti del campo.

L’agenzia di stampa siriana Sana riferisce invece che sarebbero almeno 30 i civili rimasti uccisi e oltre 34 le persone rimaste ferite nell’attentato.