Andria, droga: 30 arresti per traffico e spaccio nell’operazione Ciclope

Vasta operazione antidroga ad Andria. Trenta presunti trafficanti e spacciatori sono finiti in manette all’alba di oggi. Per tutti l’accusa è di fare parte di un’organizzazione che aveva il monopolio sulla vendita di cocaina ed eroina nella città pugliese arrivando ad incassare qualcosa come 500.000 euro al mese. Secondo le indagini della Dda di Bari

di remar


Vasta operazione antidroga ad Andria. Trenta presunti trafficanti e spacciatori sono finiti in manette all’alba di oggi. Per tutti l’accusa è di fare parte di un’organizzazione che aveva il monopolio sulla vendita di cocaina ed eroina nella città pugliese arrivando ad incassare qualcosa come 500.000 euro al mese.

Secondo le indagini della Dda di Bari a capo della banda ci sarebbe stato Emanuele Lapenna, di 38 anni, pregiudicato. Nel corso del blitz, condotto dalla sezione antidroga della Squadra mobile, sono stati sequestrati fucili a canne mozze e più di 5 chilogrammi di eroina e cocaina.

Scoperta anche una delle più grosse piazze di spaccio al dettaglio nella periferia di Andria, in località La fogna, tra via Vecchia Barletta e contrada Malpighi.

L’operazione, denominata ”Ciclope” per via dell’occhio delle telecamere utilizzate per documentare gli illeciti nel corso delle indagini, ha visto l’impiego di 200 poliziotti, di unità cinofile antidroga e di un elicottero.

A giugno sempre ad Andria l’operazione Vertigine, dopo 6 anni di indagini, aveva portato dietro le sbarre per droga 41 persone che un mese dopo erano state rimesse in libertà dal Tribunale del Riesame «per difetto di motivazione» dell’ordinanza del gip che, secondo i giudici del Riesame, non aveva spiegato perché la libertà personale degli indagati doveva essere ristretta.

Via | Gazzetta del Mezzogiorno