Reggio Calabria, duplice omicidio: uccisi Massimiliano D’Ascola e Giorgio Clemeno

Un duplice omicidio si è consumato la scorsa notte nel quartiere Archi, alla periferia nord di Reggio Calabria. Le vittime sono Massimiliano D’Ascola, 35 anni, e Giorgio Clemeno di 31. I due, già noti alle forze dell’ordine per reati legati agli stupefacenti, sono stati assassinati a colpi d’arma da fuoco. Secondo la ricostruzione dei carabinieri

di remar


Un duplice omicidio si è consumato la scorsa notte nel quartiere Archi, alla periferia nord di Reggio Calabria. Le vittime sono Massimiliano D’Ascola, 35 anni, e Giorgio Clemeno di 31. I due, già noti alle forze dell’ordine per reati legati agli stupefacenti, sono stati assassinati a colpi d’arma da fuoco.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri D’Ascola e Clemeno erano in strada e stavano parlando davanti al portone di un palazzo quando sono stati raggiunti da diversi colpi di pistola calibro 7.65 morendo sul colpo. Da Tele Reggio Calabria:

I carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria che coordinano le indagini, comunque, non escludono alcuna ipotesi e stanno anche cercando di accertare se i due avessero rapporti con la criminalità organizzata. Le vittime non risultavano affiliati a cosche della città, ma D’Ascola, per gli investigatori, sarebbe stato vicino ad elementi della cosca Tegano che opera nella zona di Archi, periferia nord della città. Clemeno era stato arrestato nell’aprile scorso nell’ambito dell’operazione “Eremo” condotta dalla squadra mobile e dalla Dda reggina contro una sessantina di persone accusate di fare parte di più associazioni dedite al traffico ed allo spaccio di stupefacenti operanti nella provincia reggina. Alcuni giorni fa l’uomo è stato condannato dal gup di Reggio Calabria, nel processo con rito abbreviato conseguente all’operazione, a tre anni e sei mesi di reclusione.

Via | CN24Tv