Reggio Calabria, ‘ndrangheta e appalti: 7 arresti nell’operazione Entourage

Associazione mafiosa, estorsioni, ricettazione, detenzione di armi e danneggiamenti. Sono i reati contestati alle sette persone arrestate questa mattina a Reggio Calabria che avrebbero creato un’organizzazione per il controllo e la spartizione di appalti pubblici. Tra i fermati ci sarebbero sei affiliati alle potenti cosche Libri e Condello e, si legge su Zoom Sud, l’immobiliarista

di remar


Associazione mafiosa, estorsioni, ricettazione, detenzione di armi e danneggiamenti. Sono i reati contestati alle sette persone arrestate questa mattina a Reggio Calabria che avrebbero creato un’organizzazione per il controllo e la spartizione di appalti pubblici. Tra i fermati ci sarebbero sei affiliati alle potenti cosche Libri e Condello e, si legge su Zoom Sud, l’immobiliarista Pietro Siclari.

Contestualmente agli arresti il gip di Reggio ha accolto la richiesta della Dia facendo scattare per 30 imprenditori il provvedimento d’interdizione dalla loro attività per 60 giorni: avrebbero costituito un cartello per la spartizione degli appalti in violazione delle norme sulla concorrenza.

L’operazione, coordinata dalla Dda di Reggio Calabria, è stata denominata Entourage. L’indagine della Dia ha documentato che l’organizzazione tra il 2003 e il 2007 si sarebbe spartita almeno 13 appalti pubblici, banditi dal Comune e dalla Provincia di Reggio Calabria e da altri comuni del Reggino, per un valore totale di quasi 6 milioni di euro.

I lavori riguardavano la rete fognaria, l’illuminazione pubblica, la manutenzione delle strade. Gli investigatori hanno fatto sapere che tra i destinatari dei provvedimenti non ci sono politici o amministratori pubblici. Qui i nomi di tutti gli arrestati.

Via | CN24Tv

I Video di Blogo

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →