Omicidio Bartolomeo Dambrosio Altamura: altri due arrestati tra cui Alberto Loiudice

I carabinieri hanno arrestato altre due persone ritenute responsabili dell’agguato di stampo mafioso in cui il 6 settembre scorso perse la vita Bartolomeo Dambrosio, 44 anni, considerato dagli investigatori un boss locale a capo dell’omonimo clan di Altamura “vicino ai Di Cosola e dedito all’usura e alle estorsioni”, come si legge nella Relazione al Parlamento,

di remar


I carabinieri hanno arrestato altre due persone ritenute responsabili dell’agguato di stampo mafioso in cui il 6 settembre scorso perse la vita Bartolomeo Dambrosio, 44 anni, considerato dagli investigatori un boss locale a capo dell’omonimo clan di Altamura “vicino ai Di Cosola e dedito all’usura e alle estorsioni”, come si legge nella Relazione al Parlamento, anno 2008, sull’attività delle forze di polizia, sullo stato dell’ordine, della sicurezza pubblica e sulla criminalità organizzata.

Dambrosio venne crivellato di proiettili mentre faceva footing alla periferia di Altamura, in località Pulo. Uno degli arrestati è Alberto Loiudice, fratello di Michele, 25 anni, già finito in manette due mesi fa insieme al 22enne Francesco Palmieri, con l’accusa di essere tra i membri del gruppo di fuoco che si occupò dell’omicidio. I due Loiudice, sono figli di Giovanni, sfuggito ad un agguato nel 2003. Gli arresti sono stati effettuati dai carabinieri della compagnia di Altamura e del nucleo investigativo del comando provinciale di Bari.

Via | La Gazzetta del Mezzogiorno

Ultime notizie su Mafia

Tutto su Mafia →