Elezioni 2013: Celentano: “Voto per Beppe Grillo e Umberto Ambrosoli”

Il voto disgiunto del Molleggiato.

Umberto Ambrosoli, candidato del centrosinistra alle Regionali in Lombardia l’aveva detto: “Ricevo molti messaggi da persone che dicono che voteranno Movimento 5 Stelle alle Politiche ma per me alle Regionali“. Evidentemente non si trattava di una mossa fatta tanto per provare a sondare il terreno, visto che nel giro di pochi giorni sono arrivati due endorsement prestigiosi.

Prima Dario Fo e oggi anche Adriano Celentano fanno sapere che alle Regionali il loro voto andrà all’esponente del centrosinistra. Non un campione rappresentativo, ovvio, ma un po’ di pubblicità gratuita e la conferma che il “rischio Maroni” è troppo alto per permettersi una scelta a Cinque Stelle anche per il Pirellone. Ecco come il Molleggiato motiva la sua decisione, in un articolo sul Fatto Quotidiano:

Mancano solo tre giorni al responso e la sorpresa credo che sarà grande: nonostante la partitocrazia si affanni a divulgare che, quand’anche Grillo vincesse, non sarebbe comunque in grado di governare perchè non ha esperienza. Certo, questo è vero. Ma quelli che hanno esperienza fin ad ora dove ci hanno portato? Se è vero che invochiamo il cosiddetto cambiamento, non abbiamo altra scelta. Dobbiamo votare per lui, pur sapendo che qualche disagio non mancherà proprio a causa della sua inesperienza. Nessuno nasce imparato e il suo movimento imparerà presto. Del resto non c’è cambiamento, qualunque esso sia, che possa sfuggire a un periodo di scombussolamento e quindi di assestamento. Se davvero vogliamo il cambiamento, dobbiamo affrontarlo con tutte le sue conseguenze

Queste le ragioni per votare Movimento 5 Stelle alle elezioni, ma il discorso si fa diverso per quanto riguarda le Regionali in Lombardia:

Anche Ambrosoli, che è un bravo avvocato, non ha esperienza di governo, ma dobbiamo votare per lui se vogliamo che le cose cambino, perchè lui è il nuovo. La Lombardia è il grande punto di riferimento per tutta l’Italia. E Ambrosoli è l’uomo giusto. Per come parla, per come ride e per come guarda. Io mi fido di lui e con lui mi piacerebbe intrattenermi in una conversazione interessante su quella che sarà la grande Prateria Lombarda

E così, dopo aver incassato il voto disgiunto di molti esponenti della galassia Monti – primo fra tutti Ichino – Ambrosoli inizia a vedere anche l’appoggio del Movimento 5 Stelle. Il “voto utile” insomma, un classico della vecchia politica, si fa strada anche tra i sostenitori del Beppe Grillo. E per Ambrosoli la vittoria è un po’ più vicina.

Ultime notizie su Elezioni regionali

Tutto su Elezioni regionali →