Palmi, agguato: ucciso Martino Luverà, ferito avvocato Nizzari

Un uomo è morto e un altro è rimasto ferito in un agguato avvenuto intorno alle 8 di ieri sera alla periferia di Palmi (Reggio Calabria). La vittima è Martino Luverà, 43 anni, incensurato, residente a Isolabona, nel Ponente ligure; la persona ferita è un avvocato penalista, Francesco Nizzari di 42 anni. Ricoverato in prognosi

di remar


Un uomo è morto e un altro è rimasto ferito in un agguato avvenuto intorno alle 8 di ieri sera alla periferia di Palmi (Reggio Calabria). La vittima è Martino Luverà, 43 anni, incensurato, residente a Isolabona, nel Ponente ligure; la persona ferita è un avvocato penalista, Francesco Nizzari di 42 anni. Ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Gioia Tauro, l’uomo non sarebbe in pericolo di vita.

Ancora non è chiaro agli investigatori chi dei due fosse l’obiettivo dell’agguato. Ad agire, secondo una prima ricostruzione dei fatti, sarebbe stato un solo killer armato di un fucile caricato a pallettoni. Ntà Calabria riporta che Nizzari sarebbe stato raggiunto all’addome e al basso ventre da quattro colpi; Luverà da uno solo che l’avrebbe però centrato al cuore uccidendolo all’istante. Il suo corpo sarebbe stato ritrovato a circa 50 metri da quello di Nizzari.

L’avvocato, molto noto nel foro di Palmi, è anche coordinatore del circolo cittadino della lista Scopelliti. “Ancora da verificare – scrive Il Secolo XIX – la notizia, diffusa nella notte, che Luverà fosse dipendente del Comune di Imperia, dove sarebbe stato assunto da poco tempo come invalido civile”.

Una volta dato l’allarme sul luogo dell’agguato sono giunti i carabinieri della Compagnia di Palmi, guidati dal capitano Pasquale Sasso Iovine, e gli agenti del locale commissariato di polizia coordinati dal dirigente Diego Trotta. Intorno alle 21 è poi arrivato il pm della procura di Palmi, Andrea Papalia, che coordina le indagini. Sul movente dell’agguato nessuna ipotesi viene al momento esclusa.

Via | CN24