Studio scientifico: le scie chimiche non esistono

Il lavoro è stato realizzato dalla University of California Irvine: nessun complotto dietro le scie bianche che vediamo in cielo

Il fenomeno delle scie chimiche? Si spiega semplicemente con la condensazione del vapore acqueo in cielo in seguito al passaggio degli aerei.

È arrivato nei giorni scorsi anche uno studio scientifico che ha spiegato perché si formano le scie: quello che vediamo quotidianamente nei cieli non ha nulla di misterioso.

Il lavoro è stato realizzato dalla University of California Irvine e poi pubblicato su Environmental Research Letters: è stato chiesto a 77 esperti di spiegare perché si formano le scie bianche in cielo.

La risposta del mondo scientifico è stata netta: il 98,7% degli interpellati ha detto che non c’è nulla che possa confermare la teoria complottista del “Secret, large-scale atmospheric spraying program”.

Gli scienziati chiamati in causa hanno spiegato che l’aumento delle scie negli ultimi anni è principalmente dovuto al fatto che gli aerei volano ad un’altitudine maggiore; la scia “intermittente” si spiega con la presenza in cielo di aree con diversi valori di umidità.