Benetton Treviso: Crowley al timone fino al 2020

La Benetton Treviso ha annunciato di aver confermato Kieran Crowley come head coach del club biancoverde fino al 31 maggio 2020.

Chiaro segnale di continuità di un rapporto che, dal maggio 2016: momento in cui l’All Blacks n. 848 e campione del mondo con la Nuova Zelanda è arrivato a Treviso, ha permesso alla nostra squadra di intraprendere il percorso di crescita e di costante affermazione nel massimo livello del rugby europeo. I dati dicono che nella prima stagione da head coach dei Leoni, Crowley ha condotto il club al decimo posto in classifica, due posizioni più in alto rispetto alla stagione precedente: collezionando 7 vittorie, 5 nell’ex Guinness PRO12 e 2 in Challenge Cup e centrando inoltre la qualificazione alla Champions Cup 2017/2018.

Nella stagione in corso invece sono già 3 i successi dei Leoni di cui uno in ottenuto in trasferta contro Edimburgo, ai quali si aggiungono diverse convincenti prestazioni, su tutte quelle mostrate contro il colosso francese Tolone ad ottobre e contro il club nordirlandese dell’Ulster lo scorso weekend, entrambi i match persi nei minuti finali di gara per un solo punto di differenza.

Queste le dichiarazioni del coach dei Leoni: “Sono molto contento che il club abbia dimostrato fiducia in quello che stiamo facendo confermandomi fino al 2020. E’ un momento importante per il Benetton Rugby: negli ultimi 16 mesi abbiamo apportato una serie di cambiamenti alle strutture, all’area atletica e medica, ai modi in cui ci alleniamo e al nostro approccio al lavoro quotidiano. C’è tanto duro lavoro da parte di tutti: società, direttore sportivo, team manager, giocatori, allenatori, preparatori atletici, medici, fisioterapisti e staff di supporto alla squadra.
Stiamo costruendo una cultura in cui tutti stanno mettendo del proprio al fine di raggiungere degli obiettivi comuni, mi sento privilegiato di poterne fare parte e sono davvero entusiasta di questa sfida che ci aspetta nei prossimi 2 anni e mezzo”
.

Così il direttore sportivo biancoverde Antonio Pavanello: “Sin da primi contatti avuti con Kieran abbiamo trovato in lui l’esperienza e le caratteristiche che cercavamo nel coach sul quale avremmo voluto basare il nostro progetto. Oggi a distanza di un anno e mezzo, possiamo dire che le nostre impressioni sono state confermate poiché è evidente che la squadra abbia fatto dei grandi passi in avanti e di ciò non possiamo che esserne contenti. Inoltre, i grandi modelli di successo insegnano che dietro ad essi c’è sempre un’ottima programmazione ed una lunga progettualità, per cui è nostra volontà dare continuità a quanto intrapreso”.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Guinness Pro14

Tutto su Guinness Pro14 →