Test Match: il Galles regge un’ora, poi gli All Blacks colpiscono

Si è conclusa a Cardiff la sfida tra i britannici e i campioni del mondo neozelandesi.

Un’ora aggrappati alle maglie tuttenere, un’ora a sognare il colpaccio. Poi, però, gli All Blacks colpiscono due volte e mettono a posto tutto e conquistano una nuova vittoria nel tour autunnale in Europa. Si parte con il piazzato di Leigh Halfpenny al 9′, cui risponde Waisake Naholo con due mete, al 14′ e al 38′. Prima dell’intervallo, però, ecco che riapre i giochi Scott Williams allo scadere con la meta che manda le due squadre negli spogliatoi sul 12-11 per la Nuova Zelanda.

Prova a resiste il Galles di Warren Gatland al potere dei campioni del mondo, il match vede i padroni di casa sprecare molto, troppo, quando gli All Blacks concedono campo e palla ai britannici. Così, dopo le occasioni perse per il Galles la Nuova Zelanda colpisce. Reiko Ioane impegna la difesa gallese ed è Anton Lienert-Brown a infilarsi oltre la linea di meta al 57′. E cinque minuti dopo, al 62′, è proprio Reiko Ioane a chiudere i giochi con un intercetto che porta l’ala in meta per il 26-11. Al 68′ cartellino giallo per Sam Whitelock e subito dopo il Galles accorcia con la meta di Gareth Davies che porta i padroni di casa a -8. Ma non basta, perché al 74′ è di nuovo Rieko Ioane a colpire e si chiude con gli All Blacks che vincono 33-18.

ITALIAN PLAYER OF THE YEAR: Se usate uno smartphone cliccate QUI per votare.