Oristano: il 73enne Mario Serra morto soffocato in casa dopo una rapina

Tutto fa pensare ad una rapina finita male: Mario Serra, pensionato di 73enne residente a Tresnuraghes, in provincia di Oristano, è stato trovato morto nella sua abitazione, con mani e piedi legati, la bocca chiusa con la manica strappata da un maglione, il volto coperto da ematomi.L’allarme è stato dato dai vicini di casa dell’uomo,


Tutto fa pensare ad una rapina finita male: Mario Serra, pensionato di 73enne residente a Tresnuraghes, in provincia di Oristano, è stato trovato morto nella sua abitazione, con mani e piedi legati, la bocca chiusa con la manica strappata da un maglione, il volto coperto da ematomi.

L’allarme è stato dato dai vicini di casa dell’uomo, che non avevano sue notizie da diverse ore.

Qualcuno si è introdotto nell’abitazione di Serra passando per una finestra e, forse di fronte ad un’inaspettata reazione della vittima, si è passati alla violenza.

Lo hanno picchiato, immobilizzato ed imbavagliato, poi hanno cercato soldi ed oggetti di valore e se ne sono andati uscendo dalla porta principale, lasciando l’anziano legato.

La casa è stata rovistata in tutti gli angoli. Gli investigatori l’hanno trovata a soqquadro. Cosa i rapinatori siano riusciti a portare via non si capisce, ora. Di certo, dicono i conoscenti e conferma il sindaco Antonio Cinellu, non teneva in casa somme di denaro. A dire troppo, forse cento euro per qualche spesa che raramente andava oltre il pane e lo stretto necessario.

La morte, per soffocamento, dovrebbe essere avvenuta almeno 20 ore prima del ritrovamento del corpo. Al momento non si hanno piste da seguire per rintracciare i rapinatori.

Via | La Nuova Sardegna