Omicidio Sarah Scazzi: l’esame del tampone vaginale esclude il vilipendio di cadavere

Come vi abbiamo anticipato in settimana, stanno iniziando ad arrivare i primi risultati degli accertamenti tecnici non ripetibili effettuati sui rilievi e sui reperti relativi alla morte di Sarah Scazzi, uccisa il 26 agosto scorso ad Avetrana.Stando a questi accertamenti preliminari, il corpo della giovane non sarebbe stato violentato dopo il decesso, come confessato dallo


Come vi abbiamo anticipato in settimana, stanno iniziando ad arrivare i primi risultati degli accertamenti tecnici non ripetibili effettuati sui rilievi e sui reperti relativi alla morte di Sarah Scazzi, uccisa il 26 agosto scorso ad Avetrana.

Stando a questi accertamenti preliminari, il corpo della giovane non sarebbe stato violentato dopo il decesso, come confessato dallo zio Michele Misseri, che in questi ultimi giorni ha fatto sapere di voler ritrattare quella parte della confessione.

Il tampone vaginale esaminato non ha rivelato DNA estraneo a quello di Sarah, ma per escludere definitivamente il vilipendio di cadavere, però, sarà necessario incrociare questi risultati con le analisi in corso sugli altri reperti biologici prelevati sul corpo.

Se ne saprà di più nel corso delle prossime ore.

Via | Il Secolo XIX

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →