USA: due condanne per la morte della playmate Anna Nicole Smith. Il suo ex fidanzato e la sua terapista le fornirono il mix fatale di medicinali

Anna Nicole Smith, celebre playmate statunitense, è scomparsa l’8 febbraio del 2007 in seguito ad un collasso provocato da un mix fatale di droghe e farmaci, almeno nove sostanze diverse.La sua morte diede inizio ad una serie di battaglie legali legate alla paternità di sua figlia, dichiarata sua unica erede, al luogo in cui tumulare


Anna Nicole Smith, celebre playmate statunitense, è scomparsa l’8 febbraio del 2007 in seguito ad un collasso provocato da un mix fatale di droghe e farmaci, almeno nove sostanze diverse.

La sua morte diede inizio ad una serie di battaglie legali legate alla paternità di sua figlia, dichiarata sua unica erede, al luogo in cui tumulare la salma e, soprattutto, alle droge ingerite dall’ex playmate. Chi gliele fornì?

E’ di questo che si è occupato il tribunale di Los Angeles: come ha fatto la Smith, al secolo Vickie Lynn Marshall, a procurarsi ingenti quantitativi di medicinali che richiedono una prescrizione?

I colpevoli, almeno per ora, sono risultati essere l’avvocato Haward K. Stern e Khristine Eroshevich, rispettivamente ex fidanzato ed ex psichiatra della Smith.




Stern è stato riconosciuto colpevole di aver cercato di ottenere le prescrizioni sotto falso nome, mentre la Eroshevich è stata dichiarata colpevole di cospiraziopne e prescrizione illegale di Vicodin.

La nuova udienza è stata fissata per il 6 gennaio prossimo e in questo lasso di tempo la difesa potrà presentare una mozione per un nuovo processo. Nel frattempo i due restano in libertà.



Via | Los Angeles Times

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →