Leigh Halfpenny: “Cacciato da Tolone? E’ stata dura”

Per la prima volta l’estremo gallese ha parlato del suo addio al Top 14 e il ritorno agli Scarlets.

“Non dirò bugie, è stata dura” sono le prime parole di Leigh Halfpenny parlando del suo addio dal Tolone. Un addio inaspettato, doloroso, incomprensibile. “Avevo un contratto di due anni + 1 con il Tolone, con l’opzione per il terzo anno di chiedere di venir liberato prima in caso di convocazione dei British & Irish Lions – racconta Halfpenny –. Quindi quando sono stato convocato sono stato liberato e per me non c’erano problemi all’orizzonte”.

L’estremo gallese, infatti, era pronto a firmare il rinnovo di contratto con il club di Mourad Boudjellal, il documento era pronto, ma non si è mai arrivati alle firme. “Prima una serie di rinvii, poi prima della semifinale di Top 14 tutto sembrava pronto, ma non si è arrivati alla firma – dice Halfpenny, che poi riceve il fulmine a ciel sereno –. Ero in Nuova Zelanda e mi arriva la notizia: non c’è più spazio per te a Tolone. Ho dovuto rivedere tutto il mio futuro e intanto concentrarmi sul tour dei Lions. Tornato a casa ho guardato alle opzioni che avevo e, a quel punto, tornare in Galles mi è parsa la scelta più naturale”.

“Vestire la maglia degli Scarlets mi è parsa la scelta migliore” continua Halfpenny. Ma, col senno di poi, avrebbe rinunciato al tour dei Lions per rimanere ancora a Tolone? “No, andare in Nuova Zelanda nel tour dei British & Irish Lions era ed è per me l’apice della mia carriera”. E tanti saluti a Boudjellal.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Guinness Pro14

Tutto su Guinness Pro14 →