Rugby Championship: All Blacks vincenti nel thriller di Dunedin

Si è conclusa a Dunedin la sfida valevole per il secondo turno del torneo dell’Emisfero Sud.

Vincono gli All Blacks, ma che paura a Dunedin. Una partenza a razzo dell’Australia fissa il punteggio sul 17-0 per gli ospiti dopo un quarto d’ora e i padroni di casa rincorrono per quasi un’ora prima di portarsi avanti. Tutto finito? No, perché nell’ultimo quarto d’ora arrivano altre quattro mete, due per parte, e continui sorpassi e controsorpassi per un match thriller.

E’ un avvio shock quello dell’Australia. Trentacinque secondi di gioco, palla in mano agli All Blacks, la mano di Israel Folau che intercetta l’ovale, la corsa di 70 metri e la prima meta del match. Prova a reagire la Nuova Zelanda, ma al 10′ è Michael Hooper che prende palla dalla touche e schiaccia. Ma l’avvio shock dei Wallabies non è ancora finito, perché al 15′ c’è il break di Genia, palla a Hooper che libera Bernard Foley e siamo 17-0 per l’Australia dopo un quarto d’ora di gioco.

Gli All Blacks, però, ora salgono in cattedra. Dominano possesso e territorio e tutte le statistiche possibili. Tranne il punteggio. Al 22′, però, è Reiko Ioane ad avere l’ovale giusto e a infilarsi per la prima meta dei tuttineri. Insistono i padroni di casa, vanno vicino, ma solo a tempo scaduto accorciano nuovamente con la meta di Aaron Smith proprio sulla sirena. Si va al riposo sul 17-14 per l’Australia.

La musica non cambia a inizio ripresa. Gli All Blacks cercano il sorpasso, gli australiani si difendono con ordine o come possono. al 54′ va oltre Brodie Retallick, ma il TMO dice che non si vede la palla schiacciata e nulla di fatto. Bisogna arrivare, così, all’ora di gioco perché i neozelandesi mettano la testa davanti. E’ Beauden Barrett, appena rientrato dopo una sosta per concussion, a segnare con Will Genia che non riesce a bloccare in tempo l’apertura. Rimonta riuscita? No, perché al 67′ è Will Genia a farsi perdonare, supera tre avversari e schiaccia per la meta del controsorpasso. 22-21 per i Wallabies, con Foley che sbaglia un’altra trasformazione.

Ma non è finita qui, anzi. Al 71′ lunghissima azione multifase degli All Blacks, che al 21 restart trovano Ben Smith servito da Damien McKenzie e con la trasformazione di Beauden Barrett i neozelandesi scappano via sul 28-22. Il finale è incandescente. Al 76′ va in meta Kurtley Beale, meta trasformata e nuovo +1 Australia. Ma non passano due minuti e Beauden Barrett concede il bis e All Blacks di nuovo avanti 35-29.

I Video di Blogo

Ultime notizie su The Rugby Championship

Tutto su The Rugby Championship →