Rugby Championship: il Sud Africa soffre un tempo, poi va

Si è conclusa a Port Elizabeth la sfida che chiudeva la prima giornata del torneo downunder.

Equilibrata – non come la sfida di Sydney – combattuta e avvincente la battaglia andata in scena a Port Elizabeth tra gli Springboks e i Pumas. Nel primo tempo è il Sud Africa a fare la partita, a dominare possesso e territorio, ma con un’Argentina che difende con ordine, non si fa schiacciare troppo e sfrutta le difficoltà realizzative dei padroni di casa per non far scappare via gli Springboks. Sud Africa che, così, nella prima parte del match muove il punteggio solo dalla piazzola con i due calci di Jantjies al 12′ e al 20′, con la prima meta del match che viene marcata dagli ospiti, con Martin Landajo al 32′ dopo un contrattacco di 80 metri. Non trasformata e Springboks che restano avanti di un punto. La meta subita sveglia i padroni di casa che rispondono al 37′ con la meta di Skosan e la trasformazione di jantjies per il 13-5 con cui si va al riposo.

La ripresa vede un’Argentina più intraprendente nei primi minuti e al 45′ Nicholas Sanchez accorcia dalla piazzola portando gli ospiti a -5. Riallunga il Sud Africa con Jantjes dalla piazzola al 49′, poi scappa via al 52′ con la meta di Rhule, cui risponde sette minuti più tardi Boffelli. Ma gli Springboks chiudono virtualmente il match al 66′ con Kolisi che porta i padroni di casa sul 30-15. E al 72′ è du Toit a dare agli Springboks la quarta meta e la certezza della vittoria. Giochi fatti e le due favorite della vigilia, All Blacks e Springboks, che vincono con buon margine, anche se i sudafricani hanno sofferto più del dovuto prima di scappare via.

I Video di Blogo

Ultime notizie su The Rugby Championship

Tutto su The Rugby Championship →