Migranti, tragedia in mare: due morti

Un gruppo di una trentina di persone è giunto sulla spiaggia di Torre Salsa (Ag), due di loro sono morti durante lo sbarco. Intanto l’Unhcr rende note le cifre delle perdite di minori nei viaggi fra Turchia e Grecia

Trenta persone, secondo le prime informazioni presumibilmente di nazionalità libica e tunisina, sono sbarcati quest’oggi sulla spiaggia di Torre Salsa a Siculiana, in provincia di Agrigento.

Alcuni di loro hanno raccontato che vi sarebbero dei morti annegati e l’elicottero della capitaneria di porto partito da Catania ha individuato due corpi nel mare dell’agrigentino. Fra le persone che sono riuscite a raggiungere la terraferma ci sono anche due minorenni.

Intanto l’Unicef e l’Alto Commissariato per i Rifugiati dell’Onu (Unhcr) hanno diffuso quest’oggi, a Ginevra, i dati sulle morti nel quadrante orientale del Mediterraneo. Fra i migranti che hanno tentato di raggiungere l’Europa ci sono state 340 vittime minorenni, praticamente due al giorno. Questo solamente considerando chi ha tentato di raggiungere le isole greche dalle coste della Turchia.

Si tratta di cifre spaventose ma, secondo l’Unhcr, approssimate per difetto visto che molti corpi si perdono in mare e non vengono recuperati. I minori rappresentano attualmente il 36% dei rifugiati che si mettono in viaggio per ricongiungersi con i parenti che si trovano già in territorio europeo.

In aggiornamento