Pro 12: Benetton, un’italiana sa vincere!

Si è conclusa a Monigo la sfida tra i biancoverdi e i gallesi Ospreys, valevole per la diciottesima giornata.

Possesso, territorio, una percentuale nei set-pieces praticamente perfetta, la meta di Alberto Sgarbi alla metà del primo tempo e il piede di Tito Tebaldi e Ian McKinley regalano un successo all’Italia del rugby che mancava da tanto. La Benetton Treviso batte gli Ospreys, si impone in un match duro, contro un’avversaria di valore assoluto e che permette ai biancoverdi di avvicinare Newport ed Edimburgo in classifica.

E’ un Benetton che sin dal primo minuto fa capire quello che sarà l’esito dell’incontro. Si comincia con l’incursione di Esposito sull’out di destra, serve l’ovale ad Odiete, l’estremo biancoverde per poco non sigla la prima meta del match. All’8’ possibilità per Tebaldi di sbloccare la partita dalla piazzola, il suo calcio termina a lato di poco. Passano alcuni istanti e sono ancora i Leoni a farsi avanti arrivando a pochi metri dalla linea di meta, gli Ospreys sono attenti e sventano il pericolo. Segue una fase di gioco in cui le due squadre si studiano, ma al 19’ ci pensa Sgarbi ben servito da Tebaldi ad andare in meta portando in vantaggio i Leoni.

I biancoverdi continuano ad essere padroni del gioco riuscendo a respingere i timidi attacchi gallesi. Purtroppo proprio sul finale di primo tempo Davies serve con un offload Evans che a sua volta passa a Giles, quest’ultimo pareggia il conto delle mete. Davies non riuscirà a pareggiare invece il parziale prima dello scadere del primo tempo, la sua trasformazione non centra i pali. Squadre che tornano negli spogliatoi sul risultato di 7 a 5.

Nella ripresa, nonostante la meta subita, sono ancora i Leoni a prendere il controllo del match. Al 52’ il Benetton entra nei 22 metri avversari riuscendo a costruire una maul avanzante che viene però fermata in tempo dagli Ospreys. I biancoverdi dimostrano di essere superiori anche in mischia ed al 56’ Tebaldi dalla piazzola porta i suoi sul 10 a 5.

Al 65′ gli ospiti provano a reagire con un contrattacco di Giles che evita un paio di placcaggi, passa a Leonard ma uno strepitoso Lazzaroni recupera l’avversario e ferma l’azione gallese, Steyn arrivato in sostegno riesce a rubare anche l’ovale. Al 73′ dalla lunga distanza McKinley centra i pali e porta i propri compagni sopra il break. Gli Ospreys tentano gli ultimi assalti, ma la difesa biancoverde gestisce al meglio ogni situazione.

BENETTON TREVISO – OSPREYS 13-5
Sabato 25 marzo, ore 20.35 – Stadio Monigo, Treviso
Treviso: 15 David Odiete, 14 Angelo Esposito, 13 Tommaso Iannone, 12 Alberto Sgarbi, 11 Luca Sperandio, 10 Ian McKinley, 9 Tito Tebaldi, 8 Robert Barbieri, 7 Marco Lazzaroni, 6 Francesco Minto, 5 Dean Budd, 4 Filippo Gerosa, 3 Simone Ferrari, Luca Bigi 2, 1 Federico Zani
In panchina: 16 Davide Giazzon, Alberto Porolli 17, 18 Tiziano Pasquali, 19 Guglielmo Zanini, 20 Abraham Steyn, 21 Giorgio Bronzini, Tommaso Benvenuti, 23 Luke McLean
Ospreys: 15 Dan Evans, 14 Keelan Giles, 13 Kieron Fonotia, 12 Josh Matavesi, 11 Dafydd Howells, 10 Sam Davies, 9 Tom Habberfield, 8 Dan Baker, 7 Olly Cracknell, 6 James King, 5 Rory Thornton, 4 Lloyd Ashley, 3 Brian Mujati, 2 Sam Parry, 1 Paul James
In panchina: 16 Scott Otten, 17 Nicky Smith, 18 Rhodri Jones, 19 Tyler Ardron, 20 Sam Underhill, 21 Brendon Leonard, 22 Jay Baker, 23 Jonathan Spratt
Arbitro: Nigel Owens
Marcatori: 19′ m. Sgarbi tr. Tebaldi, 41′ m. Giles, 58′ cp. Tebaldi, 73′ cp. McKinley

Foto – Benetton Treviso

I Video di Blogo

Ultime notizie su Guinness Pro14

Tutto su Guinness Pro14 →