6 Nazioni 2017: Irlanda da sogno, Jones si è fermato a Dublino

Si è concluso a Dublino l’ultimo match dell’RBS Sei Nazioni 2017. Ecco come è andata.

Perde prima del fischio iniziale Jamie Heaslip l’Irlanda, che così schiera Stander a numero 8 e O’Mahony a flanker. Si parte con un paio di errori dei due estremi, in un match giocato subito su ottimi ritmi e con l’Irlanda che sembra voler fare la partita. E all’11’ Jonathan Sexton mette i primi tre punti sul tabellone, ma anche se i padroni di casa dominano, un nuovo errore di Payne su una palla alta regala un’occasione all’Inghilterra e Farrell trova subito dopo i pali. Insiste l’Irlanda e al 23′ da una touche parte la maul che porta Iain Henderson a schiacciare per la prima meta della partita. Un primo tempo sempre tinto di verde, con i padroni di casa che dominano su un’Inghilterra più attendista, anche se l’Irlanda non concretizza oltre e si chiude sul 10-3 per i padroni di casa.

E’ un’Inghilterra più aggressiva, e con Mako Vunipola in campo, quella che entra nella ripresa, con le due squadre che si scontrano con maggior equilibrio e al 51′ Farrell accorcia di nuovo il distacco dalla piazzola per il 10-6. Si alzano ulteriormente i ritmi in campo, con l’Inghilterra alla ricerca del sorpasso e l’Irlanda che non vuole cedere neanche un metro. L’Inghilterra ha messo nel mirino Sexton, andando spesso anche oltre il limite, e al 63′ un nuovo fallo inglese manda l’apertura irlandese sulla piazzola e +7 per i padroni di casa. Ma l’indisciplina costa anche all’Irlanda, che al 67′ concede un nuovo piazzato a Farrell che non sbaglia e 13-9 sul tabellone. L’Inghilterra alza ancora il ritmo del suo gioco, l’Irlanda soffre in difesa, ma ruba un’importante touche appena fuori dai propri 22 metri con O’Mahony, mentre i minuti passano. L’Irlanda domina in touche e respinge l’Inghilterra, che deve risalire dalla propria metà campo con due minuti da giocare e il Grande Slam e il record di vittorie consecutive che si allontana.

IRLANDA – INGHILTERRA 13-9
Sabato 18 marzo, ore 18.00 – Aviva Stadium, Dublino
Irlanda: 15 Jared Payne, 14 Keith Earls, 13 Garry Ringrose, 12 Robbie Henshaw, 11 Simon Zebo, 10 Johnny Sexton, 9 Kieran Marmion, 8 CJ Stander, 7 Sean O’Brien, 6 Peter O’Mahony, 5 Iain Henderson, 4 Donnacha Ryan, 3 Tadgh Furlong, 2 Rory Best, 1 Jack McGrath
In panchina: 16 Niall Scannell, 17 Cian Healy, 18 John Ryan, 19 Devin Toner, 20 Dan Leavy, 21 Luke McGrath, 22 Paddy Jackson, 23 Andrew Conway
Inghilterra: 15 Mike Brown, 14 Anthony Watson, 13 Jonathan Joseph, 12 Owen Farrell, 11 Elliot Daly, 10 George Ford, 9 Ben Youngs, 8 Billy Vunipola, 7 James Haskell, 6 Maro Itoje, 5 Courtney Lawes, 4 Joe Launchbury, 3 Dan Cole, 2 Dylan Hartley, 1 Joe Marler
In panchina: 16 Jamie George, 17 Mako Vunipola, 18 Kyle Sinckler, 19 Tom Wood, 20 Nathan Hughes, 21 Danny Care, 22 Ben Te’o, 23 Jack Nowell
Arbitro: Jérôme Garcès
Marcatori: 11′ cp. Sexton, 18′ cp. Farrell, 23′ m. Henderson tr. Sexton, 51′ cp. Farrell, 63′ cp. Sexton, 67′ cp. Farrell

Ultime notizie su Sei Nazioni

Tutto su Sei Nazioni →