Milano: peggiorano le condizioni del tassista Luca Massari, pestato per aver investito ed ucciso un cane

Sono peggiorate le condizioni di Luca Massari, il tassista di 45 anni massacrato di botte domenica scorsa a Milano dopo che aveva investito e ucciso involontariamente, con il suo mezzo, un piccolo coker tenuto senza guinzaglio.L’uomo, ricoverato all’ospedale Fatebenefratelli, è in gravissime condizioni, come confermato dall’ultimo bollettino medico:Nella notte fra venerdì 15 ottobre e sabato


Sono peggiorate le condizioni di Luca Massari, il tassista di 45 anni massacrato di botte domenica scorsa a Milano dopo che aveva investito e ucciso involontariamente, con il suo mezzo, un piccolo coker tenuto senza guinzaglio.

L’uomo, ricoverato all’ospedale Fatebenefratelli, è in gravissime condizioni, come confermato dall’ultimo bollettino medico:

Nella notte fra venerdì 15 ottobre e sabato 16 ottobre si è osservato un peggioramento delle condizioni generali, con comparsa di uno stato stettico e un aumento della pressione intracranica. E’ stato pertanto sottoposto a intervento neurochirurgico di decompressione cranica bilaterale. Al momento le condizioni sono gravi, non è possibile fare previsioni sulla sopravvivenza e, soprattutto, sulla possibilità di recupero neurologico.


Nel frattempo i tre aggressori – Piero Citterio, sua sorella Stefania e Moris Michael Ciavarella – hanno confessato e si trovano in carcere: Pietro ha ammesso di essersi accanito con più forza e più a lungo nel picchiare l’uomo, di aver dato alle fiamme l’auto del primo testimone e di aver aggredito un fotografo che stava effettuando alcuni scatti sul luogo dell’aggressione.

Stefania Citterio, invece, ha raccontato di esser stata la prima ad avventarsi su Massari, ma di essersi fermata ancor prima di colpirlo.

Via | CronacaLive

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →