Sarah Scazzi: ancora dubbi sull’omicidio. Sabrina si dichiara innocente, ma potrebbe esser stata tradita da un’intercettazione

Nonostante l’ultima svolta – l’arresto di Sabrina Misseri, accusata di concorso in omicidio e sequestro di persona – ci sono ancora dei dubbi sull’omicidio di Sarah Scazzi.A rivelare la complicità di Sabrina nell’omicidio è stato suo padre, Michele Misseri, dopo l’ennesimo interrogatorio che si è svolto venerdì. Misseri ha cambiato per l’ennesima volta la sua


Nonostante l’ultima svolta – l’arresto di Sabrina Misseri, accusata di concorso in omicidio e sequestro di persona – ci sono ancora dei dubbi sull’omicidio di Sarah Scazzi.

A rivelare la complicità di Sabrina nell’omicidio è stato suo padre, Michele Misseri, dopo l’ennesimo interrogatorio che si è svolto venerdì. Misseri ha cambiato per l’ennesima volta la sua versione dei fatti, rivelando la partecipazione di Sabrina.

Secondo gli inquirenti, il movente dell’omicidio di Sarah va ricercato nell’ambito familiare: niente rivalità tra Sabrina e sua cugina, solo un piano per evitare che Sarah andasse in giro a raccontare di essere stata molestata dallo zio Michele, che ha ammesso quanto segue:

Dovevamo rimproverarla perché non dicesse in giro che io il 23 le avevo toccato il sedere. Sabrina la teneva per i fianchi e io, come avevo concordato con mia figlia, le ho stretto la corda che tenevo sul trattore, attorno al collo. Purtroppo la situazione ci è sfuggita di mano, Sarah è caduta a terra ormai morta.


Sabrina, in carcere da venerdì sera, non ha fatto nessuna ammissione, continua a dichiararsi innocente e a sostenere di essere stata incastrata dal padre:

Sono innocente. Io non ho fatto assolutamente niente di quello che mi viene contestato. Quello è impazzito: ha già ammazzato Sarah che non gli aveva fatto niente di male, l’ha violata, e ora vuole uccidere me. Fatemelo incontrare, deve dire quelle cose che ha detto ai magistrati davanti a me. Ditemi, ditemi perché io dovrei aver ammazzato Sarah: per Ivano? Ma non scherziamo. E poi come avrei potuto mai coprire, se mai avessi saputo, un uomo che molestava una quindicenne? E ancora: qui scrivono che io avrei cinturato Sarah mentre mio padre da dietro la strozzava: quanti dovevamo essere dietro di lui, ditemelo, Sarah era piccola piccola, come facevamo a stare tutte e due contemporaneamente?

L’avvocato Vito Russo, che difende Sabrina insieme all’avvocatessa Emilia Velletri, ha dichiarato:

La chiamata in correità di Sabrina non è credibile perché Michele Misseri non è più attendibile: ha cambiato spesso versione. Di lui non ci si può fidare. Probabilmente gli è stato suggerito di adottare questa strategia per ottenere uno sconto di pena.

Dell’innocenza di Sabrina è convinta anche sua madre Cosima:

Michele me lo possono anche abbandonare in una cella per sempre. Ma Sabrina non c’entra, devono crederle.

Cosima, però, ora teme di essere la prossima a venir incastrata:

Sono io la prossima, come mormora il paese? In fondo sono la moglie di Michele, la madre di Sabrina. Verranno a prendere me, adesso? Quante ore vogliono tenermi sotto torchio? Michele ci sta uccidendo tutti quanti, uno dopo l’altro. Quello tirerà in mezzo anche me

E in effetti il coinvolgimento degli altri membri della famiglia Misseri è ipotizzato dagli inquirenti, sopratutto alla luce di un’intercettazione di Sabrina Misseri:

perché ha fatto trovare il cellulare, il giorno prima lo abbiamo toccato tutti quel telefono, ci sono anche le nostre impronte….

Una frase del genere, quindi, rischia di rivelare altre complicità in famiglia. Domani mattina alle ore 12 il giudice per le indagini preliminari Martino Rosati dovrà vagliare per decidere, al termine dell’interrogatorio di convalida del fermo, se emettere o meno a carico di Sabrina, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per sequestro di persona e concorso nell’omicidio di Sarah.

Nel frattempo, chi non ha alcun dubbio sulla colpevolezza di Sabrina è Concetta, la mamma di Sarah:

L’ho avuta accanto tutti questi giorni. Ha ripetuto le stesse cose come leggendo un copione. Sarà la seconda Franzoni perché negherà sempre.

Via | ManduriaOggi

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →