Sarah Scazzi: la cugina Sabrina Misseri accusata di concorso in omicidio e sequestro di persona

Importante svolta nell’omicidio di Sarah Scazzi. Le intuizioni degli investigatori, alle luce delle rivelazioni di ieri, si sono rivelate fondate: Sabrina Misseri, cugina di Sarah, sarebbe implicata nel delitto. A rivelarlo è stato suo padre Michele nel corso dell’interrogatorio di ieri: Sabrina teneva ferma Sarah mentre lui la strangolava. Poi l’avrebbe anche aiutato a caricare


Importante svolta nell’omicidio di Sarah Scazzi. Le intuizioni degli investigatori, alle luce delle rivelazioni di ieri, si sono rivelate fondate: Sabrina Misseri, cugina di Sarah, sarebbe implicata nel delitto.

A rivelarlo è stato suo padre Michele nel corso dell’interrogatorio di ieri: Sabrina teneva ferma Sarah mentre lui la strangolava. Poi l’avrebbe anche aiutato a caricare il corpo in auto.

Per questo motivo, in attesa di ulteriori accertamenti, Sabrina Misseri è stata fermata con l’accusa di concorso in omicidio volontario e sequestro di persona.

Il coinvolgimento di Sabrina, da molti sospettato nel corso degli ultimi giorni, spiegherebbe alcuni dei punti oscuri di questa sempre più terribile vicenda: perchè Sarah è andata nel garage a salutare lo zio? Perchè Sabrina era così agitata quando era arrivata Mariangela Spagnoletti, l’amica che sarebbe dovuta andare al mare con lei e Sarah?

A spiegare il tutto ci ha pensato lo stesso Misseri: ad attirare Sarah in garage sarebbe stata Sabrina. Si legge su Il Corriere:

Una trappola, pare, per darle una lezione dopo la lite furibonda della sera precedente a causa di Ivano, il ragazzo di cui Sarah si era invaghita e che Sabrina avrebbe voluto per sé. Una trappola che oggi è il motivo per cui si contesta il sequestro di persona. Michele Misseri avrebbe parlato di una lite finita male, un crescendo di violenza in fondo al garage al quale Sabrina avrebbe partecipato tenendo, appunto, Sarah per le braccia mentre suo padre le stringeva la corda attorno al collo. Ma proprio lì davanti, in quei minuti, stava per arrivare Mariangela, l’amica che doveva portare Sabrina e Sarah al mare. E quindi era per questo che Sabrina, come racconta Mariangela, era così agitata quando lei è arrivata. Sabrina sapeva benissimo che cosa era successo alla cuginetta che nei giorni successivi ha cercato senza sosta sempre in prima fila.

Sabrina, interrogata nel tardo pomeriggio di ieri, si dichiara innocente, estranea al delitto, ma la confessione di suo padre è sufficiente a far scattare l’arresto.

I Video di Blogo

Gli ultimi minuti di vita di George Floyd

Ultime notizie su Sarah Scazzi

Tutto su Sarah Scazzi →