Solarino: Giuseppe Castiglia uccide il padre nel sonno

L’ha ucciso a colpi di pistola mentre dormiva. Parricidio la scorsa notte a Solarino, venti chilometri da Siracusa. La vittima è Salvatore Castiglia, pensionato di 69 anni, l’omicida suo figlio Giuseppe, 42 anni, commerciante. Dietro al delitto ci sarebbero rancori familiari. Da una prima ricostruzione dei fatti, tra padre e figlio ieri sarebbe scoppiata l’ennesima

di remar


L’ha ucciso a colpi di pistola mentre dormiva. Parricidio la scorsa notte a Solarino, venti chilometri da Siracusa. La vittima è Salvatore Castiglia, pensionato di 69 anni, l’omicida suo figlio Giuseppe, 42 anni, commerciante. Dietro al delitto ci sarebbero rancori familiari.

Da una prima ricostruzione dei fatti, tra padre e figlio ieri sarebbe scoppiata l’ennesima lite. Sembrava tutto finito ma intorno alle 3 di notte Giuseppe Castiglia, che è coniugato e abita anche lui a Solarino ma in un’altra abitazione, è rientrato in casa dei genitori sorprendendo il padre Giuseppe mentre dormiva accanto alla moglie.

Ha impugnato la pistola, regolarmente detenuta, e ha fatto fuoco all’indirizzo del genitore. A dare l’allarme è stata la moglie della vittima, rimasta illesa, senza sapere che dopo avere ucciso il padre, Castiglia era andato direttamente a costituirsi. I carabinieri lo hanno bloccato davanti al portone del carcere di Cavadonna. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Siracusa, Giancarlo Longo.

Scrive Il Giornale di Siracusa:

A sparare il figlio Giuseppe, 42 anni, commerciante, mosso, sembra, da rancori familiari legati a fatti passionali. (…) I militari dell’Arma hanno sequestrato sia la pistola che un fucile sempre regolarmente detenuto. Quindi l’arresto del parricida che comunque si stava per costituire.

Via | Ondaiblea