Finti poliziotti rapinavano prostitute tra Trento e Roma: 5 arresti

Avrebbero rapinato una cinquantina di prostitute fingendosi poliziotti. Cinque pregiudicati italiani residenti in Lombardia sono stati arrestati dalla polizia. Sono accusati anche di aver violentato due delle loro vittime. Secondo quanto documentato nell’indagine, condotta dalla polizia di Roma e di Trento, gli arrestati individuavano le prostitute, in prevalenza colombiane e cinesi, attraverso annunci sui giornali


Avrebbero rapinato una cinquantina di prostitute fingendosi poliziotti. Cinque pregiudicati italiani residenti in Lombardia sono stati arrestati dalla polizia.

Sono accusati anche di aver violentato due delle loro vittime. Secondo quanto documentato nell’indagine, condotta dalla polizia di Roma e di Trento, gli arrestati individuavano le prostitute, in prevalenza colombiane e cinesi, attraverso annunci sui giornali locali.

Le telefonavano fingendosi clienti e concordavano un appuntamento. Arrivati nelle abitazioni delle vittime i cinque esibivano i falsi tesserini di riconoscimento della polizia e simulando perquisizioni rubavano denaro e preziosi.

Le rapine sono state effettuate soprattutto nelle province di Trento Brescia e a Roma, ma alcuni casi sono stati registrati anche in Emilia Romagna, Toscana, Veneto e Liguria.

A maggio l’operazione Fake cops aveva sgominato un’altra banda di finti poliziotti: stesso modo di operare e stesso tipo di vittime. Quella volta a finire in manette erano stati in sette.

Foto | Flickr

I Video di Blogo.it