Affari italiani: Zambelli “La Fir non paga, stipendi a rischio”

Il presidente del Rovigo attacca la Federazione di Alfredo Gavazzi, rea (secondo lui) di non pagare il contributo dovuto ai club.

Nuova polemica economica che colpisce la Fir, questa volta a far scalpore sarebbe la decisione della Federazione presieduta da Alfredo Gavazzi di posticipare “a data da destinarsi” i contributi spettanti ai club d’Eccellenza. Una scelta che fa scattare Francesco Zambelli, presidente del Rovigo, che la rende pubblica.

“Solo 2-3 giorni fa ho saputo che il contributo federale di 340.000 euro, da erogare al Rovigo entro fine ottobre, sarebbe slittato a una data non definita. A questo punto, pagare i compensi ai nostri giocatori sarà un problema e potrebbe esserlo anche nei mesi successivi. Mi chiedo: è un comportamento adottato con tutti o solo con qualcuno?” dice Zambelli sulle pagine del Gazzettino.

“Io tra poco, probabilmente non farò più parte di questo ambiente – continua Zambelli – ma esorto chi sarà eletto a non aver paura di parlare con la Federazione in maniera forte e chiara. Troppo spesso siamo costretti a stare attenti a cosa diciamo e, soprattutto, facciamo”.