Rugby e doping: il Racing si difende, ma Boudjellal attacca

Il club parigino ha pubblicato un comunicato dopo la notizia della positività di tre atleti ai controlli antidoping.

Una bomba quella che è esplosa a Parigi. Dan Carter, Juan Imhoff e Joe Rokocoko sono stati trovati positivi ai corticosteroidi dopo la finalissima del Top 14 della scorsa stagione contro il Tolone. Uno scandalo che, però, il Racing 92 cerca di ridimensionare con un lungo comunicato stampa.

Per il club parigino, infatti, “comprendiamo l’agitazione provocata dalla parola ‘steroidi’. Questa parola ha una forte risonanza emotiva perché può corrispondere a un comportamento immorale e illegale. Ma può anche corrispondere a pratiche legali che sono giustificate dalla medicina”. Parole cui segue l’accorato appello ai valori del rugby, che il Racing 92 ribadisce essere suoi. “La nostra etica sportiva non ha nulla a che fare con pratiche illegali, noi siamo dalla parte della legge. Noi non formiamo giocatori, formiamo uomini” scrive il club.

A questo punto, però, il Racing 92 si concentra sul caso che ha coinvolto Dan Carter e gli altri due giocatori. “Tutte le procedure mediche eseguite sui giocatori citati dai media sono state fatte nel pieno rispetto delle norme antidoping nazionali e internazionali, sia in termini di procedure amministrative sia mediche – si legge nel comunicato –. Questo caso si riferisce a un trattamento autorizzato e fatto diversi giorni prima della finale di Top 14 e non richiedo una TUE (cioè l’esenzione a fini terapeutici). Il Racing 92 s’impegna a collaborare con tutte le autorità mediche investigative […] La trasparenza sarà totale”.

Parole che, però, non hanno fermato Mourad Boudjellal, presidente del Tolone sconfitto nella finale incriminata, a chiedere giustizia. “Se i casi di doping dovessero essere confermati, chiederemmo, ovviamente, la restituzione del titolo così come un risarcimento economico”, ha detto Boudjellal al quotidiano Var-Matin.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia