Pierluigi Bersani a Porta a Porta: “La lettera sull’Imu di Berlusconi è un imbroglio”

L’intervista di Pierluigi Bersani a Porta a Porta.

01:20 fine trasmissione.

01:17 Bersani: “La banca deve pagare questo debito. Abbiamo interesse che il gruppo dirigente possa lavorare”. Ultima domanda alla Idem: “Il tema dello sport è importante, anche in tempo di crisi”. Parte un servizio con alcune battute di Bersani.

01:14 Bersani dopo un servizio sullo scandalo Montepaschi: “Mi pare che l’ipotesi è che ci fosse una banca nella banca, un management infedele. Bisogna andare a fondo in queste questioni. Questi derivati chi li maneggia? Una banca che non vuole essere vigilata né dall’Italia né dalla Banca Europea, vada da un’altra parte. Il sistema dei derivati va regolato”.

01:06 Bersani: “Finmeccanica ha dei problemi e delle scelte da fare. Io mi preoccuperei di queste cose. Servono piani industriali credibili. Non basterà questa vicenda a spazzarci via”.

01:00 dopo un servizio sull’inchiesta Finmeccanica e sugli appalti e commissioni, Bersani afferma: “Noi non sappiamo i confini di questa inchiesta. Sulle questione della corruzione internazionale, esistono accordi internazionali e verifiche. La magistratura deve fare il suo lavoro, come dice il Presidente della Repubblica. Se ci fosse stata qualche decisione più netta, le cose sarebbero state diverse”.

00:51 Bersani sulla Lombardia: “Per la storia passata, la sinistra si è attardata sui processi di modernizzazione. Sono tre anni che vinciamo dappertutto in Lombardia perché ci siamo attrezzati meglio. In Lombardia, non ne possono più con il Leghismo, il Berlusconismo, il Formigonismo. E’ una regione civile”.

00:47 Bersani: “Con tutti i problemi che ha questo paese, sembra che il problema sia Vendola. Vendola è un governatore, è europeista. Non facciamone un pretesto”.

00:43 Bersani: “Io non metto il nome sul simbolo. Ci saranno forti novità sulle presenze. Hanno tasso di esperienza e capacità. La squadra la conoscerà per primo il presidente della Repubblica. Al governo ci saranno il 40% delle presenza come nei parlamentari”.

00:41 Bersani: “Lo Stato deve intervenire con operazioni di ripristino, con semplificazioni amministrative. Riabilitiamo l’esistente. Questo dà lavoro. Servono regole e dialogo sociale”.

00:40 Bersani: “Quando ho fatto la riforma del commercio, ho abolito le tabelle merceologiche. Potevo semplificarle ma non l’ho fatto. E’ scoppiato l’ira di Dio quel giorno ma nessuno ha chiesto la reintroduzione delle tabelle merceologiche. Dobbiamo avere il coraggio di abolire”.

00:37 Bersani: “Berlusconi scopre adesso la crisi dell’edilizia e non durante i suoi anni. Noi dobbiamo fare operazioni forti di incentivazione. Quando ho fatto la riforma al sistema elettrico, sono nate imprese fatte da giovani. Se adesso faccio la banda larga, sono sicuro che nasceranno nuove imprese. L’idea è che lo Stato deve creare occasioni. Per attirare investimenti dall’estero, serve il tema amministrativo e della giustizia”.

00:33 le opinioni di Berlusconi in un servizio: “L’Imu è stata un’imposta dannosa e ingiusta. Deve cambiare Equitalia e lo Stato deve garantire la banca e consentire i finanziamenti alle imprese. Da Grillo, ci sono candidati di estrema sinistra”. Vespa afferma che Ingroia denuncerà Berlusconi. Bersani: “La lettera che sta facendo girare non so se sia da denuncia”.

00:26 entra Josefa Idem, candidata PD, testimonial di Bersani. Bruno Vespa riassume i successi sportivi e i precedenti politici della Idem che dichiara: “Ho passione per la politica. Alle primarie, ho maturato un ottimo risultato e ringrazio gli elettori”. Bersani: “Come si fa a non scegliere Josefa. E’ una vera personalità politica, una persona eccezionale. Noi avremo il 40% di donne tra i parlamentari”.

00:22 Prodi: “In Africa mi chiedono perché Bersani ce l’ha con i giaguari. Il mio sogno è vedere Bersani con un giaguaro in braccio”. Entra un peluche a forma di giaguaro.

00:17 Bersani: “Sull’andamento dell’Euro, con i colloqui con i tedeschi vedi la differenza: noi siamo preoccupati, loro no”. Parte un servizio dedicato a Romano Prodi, Matteo Renzi e Nichi Vendola.

00:13 entra Antonio Politi de Il Corriere della Sera. Bersani risponde: “Noi abbiamo avuto un trattamento particolare con il Fiscal Compact. Firma di Tremonti e di Berlusconi. Dopo la Grecia, potevamo venire noi. L’Europa diceva che eravamo troppo grandi per essere salvati. Io sto dicendo che noi rispettiamo i patti. Chiediamo di riflettere su questi patti”.

00:11 Bersani: “Serve una norma anti-corruzione. Monti sarà d’accordo e anche i Grillini potranno essere d’accordo. Io non faccio dei governissimi”. Sulla coalizione: “Siamo gente seria. Abbiamo mosso 3 milioni di persone. Gli altri non hanno fatto mai foto di gruppo”.

00:10 entra Giorgio Mulè di Panorama. Bersani risponde: “Sui Grillini, si deve capire l’atteggiamento. Su quel versante dico che la gente che va in piazza con Grillo, capisco la loro rabbia, io non ce l’ho con loro ma ce l’ho con Grillo. Uno che non risponde mai ad una domanda, porta il paese fuori dal contesto democratico. Grillo porta il paese vicino alla Grecia. Non servono le macerie ma qualcosa di costruttivo”.

00:05 entra Roberto Napoletano de Il Sole 24 Ore. Bersani risponde: “Il governo deve dire quali sono le sue idee e i suoi impegni per garantire gli investimenti per rilanciare l’economia italiana. Gli investimenti alle imprese vanno aiutati. Il lavoro deve dare l’opportuna flessibilità organizzativa. Abbiamo investimenti bassi e trovare il modo per ridare fiato agli investimenti e all’economia”.

00:00 Bersani su Monti ministro dell’Economia: “Non mi sono posto il problema”.

23:58 un servizio sulle opinioni di Mario Monti su Bersani: “Sono a favore di grandi coalizioni. Non abbiamo niente in comune con la coalizione di destra e di sinistra. Non ci riconosciamo in questo bipolarismo. Vogliamo far progredire l’Italia. Bersani saprà assumersi le sue responsabilità”. La risposta di Bersani: “Sono preciso: chiedo agli italiani che ci mettano in condizioni di governare. O siamo noi o Berlusconi e la Lega. Serve la governabilità: un 51% di camera e senato ma lo userò come fosse il 49%”.

23:53 Bersani: “Ridurre l’uso del contante da 1000 a 500 per rendere tracciabili i pagamenti. E’ un cambio di abitudini. Se non sappiamo chi è ricco, non possiamo governare un paese moderno. A Ginevra, le multe si pagano in base al reddito. Bisogna regolare questa cosa”.

23:51 Bersani: “Il lavoro precario deve costare di più e quello stabile meno. Ci sono norme sulla Fornero che vanno aggiustate. Un imprenditore che assume a tempo indeterminato, può risparmiare il 20%”.

23:48 Bersani: “Ci vuole una norma sull’incandidabilità per rendere incompatibile la candidatura con alcune funzioni. Ma certe norme sono facilmente raggirabili. Quindi, il settore televisivo deve essere regolato per aver di per sé il pluralismo e l’assenza di posizione dominante. Se non ci fosse stato il duopolio ma quattro privati, il problema sarebbe risolto”.

23:46 Bersani sulla banda larga: “E’ una questione sulla quale abbiamo cincischiato per anni. Con la banda larga, si dà molto lavoro ai giovani”. Su La7 e Urbano Cairo: “Esiste un compito del governo e un compito dell’Agcom. Devo guardare il pluralismo, il conflitto di interessi e le posizioni dominanti”.

23:44 Bersani sulla Rai: “Penso che il problema delle reti Rai è un problema datato. Il discorso è più complesso. Bisogna partire da un progetto industriale”.

23:42 Bersani: “Bisogna abbassare la RC Auto, la gente sta girando senza assicurazione. La riforma da fare è un consorzio obbligatorio. C’è una miriade di cose da fare in questo paese qui. Siamo stati troppo fermi. Noi dobbiamo regolare le posizioni dominanti, sul conflitto di interesse, rimettere mano sulla Gasparri, Berlusconi dice che io voglio strozzarlo”.

23:39 Bersani: “La destra mi accusa di essere amico delle banche. Io con le banche, metterei meno commissioni in un processo di riorganizzazione”.

23:36 Bersani sulle liberalizzazioni: “Io ho fatto la liberalizzazione dei treni. Si può lavorare sui campi delle assicurazioni, carburanti, banche e sulle professioni”.

23:34 Bersani: “Io non voglio parlare di lotta all’evasione. Bisogna arrivare alla media europea in positivo della fedeltà fiscale. Mai più condono, abbiamo solo da copiare gli altri e non ci nascondiamo dietro scuse che non stanno in piedi come il fatto che giri poco contante”.

23:33 Bersani: “La centralità del fisco è un inganno berlusconiano. Risolveremo tutto quando si avrà maggiore fedeltà fiscali. Ad abbassare le tasse siamo capaci tutti ma a recuperare, iniziano le difficoltà”.

23:31 Bersani sull’utile reinvestito dalle imprese: “Il nostro obiettivo è fare in modo che quello che uno mette nell’impresa, paghi il 20%”.

23:28 Bersani: “Dobbiamo fare in modo per far sì che restano soldi in tasca affinché si spendano. Dobbiamo fare operazioni di equità per far sì che l’economia respiri. Chi ha di più, accetti di dare di più, altrimenti l’economia non gira”.

23:23 Bersani: “Se vinco mando a casa gli imbroglioni. Berlusconi e la Lega”. Iniziano le domande. Sull’Imu: “Questo tema richiede modulazioni per i meno abbienti. Si azzera per chi paga fino a 500 euro. Bisogna considerare anche gli immobili per le aziende. C’è una serie di cose da considerare. Tutto ciò può costare fino a 3 miliardi di euro che prenderò attraverso un imposta sui detentori di grandi patrimoni immobiliari”.

23:20 inizio trasmissione. Bruno Vespa entra in studio e presenta Pierluigi Bersani. Un servizio mostra un incontro tra Bersani e il suo rivale Silvio Berlusconi, leader del centrodestra. Bersani: “Se avessi visto la lettera sull’Imu che ha spedito agli italiani, gli avrei dato dell’imbroglione. Sarei stato meno simpatico”.

Con le elezioni politiche oramai alle porte, stiamo assistendo al rush finale per quanto riguarda questa campagna elettorale. Porta a Porta, la trasmissione di approfondimento politico a cura di Bruno Vespa e in onda su Rai 1, a partire da questa sera, ospiterà nuovamente i tre principali leader della varie coalizioni politiche.

Il primo ospite sarà Pierluigi Bersani, candidato premier del Partito Democratico e della coalizione di centrosinistra, Italia. Bene Comune. Polisblog seguirà in liveblogging l’intera puntata di Porta a Porta, riportando tutte le dichiarazioni. Appuntamento su Polisblog, alle ore 23:20.

I Video di Blogo.it