Pallavolo Maschile | Champions League, andata Playoff 12: Cuneo e Macerata vittoriose in trasferta

I risultati e i tabellini delle partite di Cev Champions League Ljubljana-Bre Banca Lannutti Cuneo, Asseco Resovia-Lube Macerata.

Dopo la sconfitta di Trento a Mosca, sono arrivate buone notizie dalle altre due squadre italiane impegnate nei Play Off 12 della Champions League maschile. Cuneo e Macerata, infatti, hanno entrambe vinto in trasferta con il massimo scarto e si preparano ad affrontare con molta tranquillità il ritorno la settimana prossima tra le mura amiche.

La Bre Banca Lannutti Cuneo si è imposta a Ljubljana, come detto, con il miglior risultato possibile, anche se non sono mancati i momenti di difficoltà contro i padroni di casa che sono riusciti più volte ad agganciare e a superare i ragazzi di Roberto Piazza. Il match di ritorno si giocherà martedì 22 gennaio al PalaBreBanca.

La Lube Banca Marche Macerata ha messo ko i polacchi dell’Asseco Resovia nonostante l’accesissimo tifo avverso degli oltre 4500 tifosi della Podpromie Hall.
Se il 2012 si è chiuso con la dolorosa sconfitta in finale di Coppa Italia, i biancorossi hanno cominciato il 2013 nel migliore dei modi con tre vittorie di fila, tutte esterne, tra campionato e Champions (Castellana Grotte, Piacenza e ora Resovia). I campioni d’Italia stasera hanno vinto i primi due set in rimonta e hanno poi concluso il match al terzo set in scioltezza in un’ora e mezzo. Il match di ritorno è in programma al PalaFontescodella mecoledì 23 gennaio alle ore 20.30 e l’imperativo per Travica e compagni sarà vincere per evitare il Golden Set.

Qui di seguito il commento e i tabellini di Ljubljana-Cuneo e Resovia-Macerata.

ACH Volley Ljubljana-Bre Banca Lannutti Cuneo

Cuneo ha cominciato bene la partita arrivando sul +2 al primo time-out tecnico per poi allungare fino al +4 (6-10). Poi i padroni di casa hanno tentato di recuperare portandosi in parità sul 15-15. I piemontesi hanno però prontamente ottenuto un break di vantaggio (17-19) salvo poi sprecare qualche palla di troppo ritrovandosi di nuovo in parità. Alla fine del primo set, grazie ai tiri potenti di Sokolov e agli errori del Ljubljana, Wijsmans e compagni sono riusciti a chiudere il primo set sul 23-25.

Nel secondo set è stata la squadra di casa a partire in vantaggio, ma Cuneo ha compiuto il sorpasso proprio con il punto che ha segnato il primo time-out tecnico. Al ritorno in campo il divario è aumentato con i piemontesi arrivati alla seconda pausa tecnica sul +4 (12-16). Cuneo ha incrementato il vantaggio fino a chiudere il parziale sul +8 (17-25).

Anche il terzo set è cominciato con gli ospiti in grande spolvero e i padroni di casa in grande sofferenza fino a poco prima del primo time-out tecnico, quando il Ljubljana è riuscito raggiungere e a sorpassare Cuneo sul 14-13 per poi allungare fino al +3 (19-16). L’ingresso di Antonov e Ngapeth ha però dato la sveglia a Cuneo che è ritornata in vantaggio sul 21-22 e poi ha chiuso il set sul 23-25 e la partita con il massimo scarto.

ACH Volley Ljubljana-Bre Banca Lannutti Cuneo 0-3 (23-25, 17-25, 23-25)

ACH Volley Ljubljana: Flajs 4, Lewis (L), Sket 8, Sidibe 8, Klobucar 4, Petrovic 7, Jablonsky 3, Ropret 1, Rasic 4, Moreno 1, Vidic. Non entrati Fabjan. All. Slabe

Bre Banca Lannutti Cuneo: Antonov 2, Ngapeth, De (L), Wijsmans 7, Kohut 3, Grbic 1, Della Lunga 6, Sokolov 21, Abdel-aziz 6, Rossi 8. Non entrati Marchisio, Galliani. All. Piazza

Arbitri: Juraj-Bayram
Spettatori: 3750
Durata set: 28′, 23′, 30′; tot: 81′
ACH Volley Ljubljana: battute errate 11, ace 2
Bre Banca Lannutti Cuneo: battute errate 12, ace 9

Asseco Resovia Rzeszow-Lube Banca Marche Macerata

Tattica che vince non si cambia e allora ecco che Alberto Giuliani ha mandato i suoi di nuovo in campo con il modulo a tre schiacciatori, nonostante due dei suoi attaccanti più forti, Kovar e Savani, siano ancora fermi ai box a causa dei gravi infortuni subiti a inizio stagione. Kooy e Parodi sono stati schierati come schiacciatori di mano, mentre Zaytsev come opposto-ricevitore.

Nel primo set Macerata ha sofferto soprattutto in battuta, fondamentale che spesso è il suo punto di forza, ma in cui ha faticato ad esprimersi al meglio subendo invece quella degli avversari.
Il Resovia è stato avanti fino al secondo time-out tecnico, poi, proprio sul 16° punto, i campioni d’Italia hanno pareggiato grazie alla forza di Parodi e Zaytsev a muro e hanno poi compiuto il sorpasso arrivando infine a chiudere sul 23-25 grazie al muro decisivo di Kooy su Lotman.

Nel secondo set è stato ancora il muro a fare la differenza e a consentire ai biancorossi di recuperare prima dal -3, cioè dall’11-8 all’11 pari, poi dal -4, dal 17-13 al 19 pari. Gli ultimi punti del set sono stati combattuttissimi, pallone su pallone, ma alla fine un mani fuori di Zaytsev ha regalato il 24-26 ai ragazzi di Giuliani.

Terzo e ultimo set tutto a favore della Lube, che inizia forte e gestisce bene il vantaggio collezionando a fine gara il 61% di ricezioni perfette (su 28 palloni) e con Zaytsev best scorer con 16 punti, subito seguito da Kooy con 15 e da Podrascanin con 11 (di cui 5 muri).

Ecco il tabellino:

Asseco Resovia Rzeszow-Lube Banca Marche Macerata 0-3 (23-25, 24-26, 19-25)

Asseco Resovia Rzeszow: Dobrowolski 1, Lotman 7, Grzyb 7, Nowakowski 9, Tichacek 2, Kosok, Akhrem 1, Buszek n.e., Schops 16, Kovacevic 5, Perlowski, Ignaczak (L). All. Kowal

Lube Banca Marche Macerata: Lampariello, Pajenk 2, Zaytsev 16, Parodi 7, Stankovic 6, Monopoli, Henno (L), Travica, Starovic 1, Kooy 15, Tartaglione n.e., Podrascanin 11. All. Giuliani

Arbitri: Collados-Melnyk
Spettatori: 4500
Asseco Resovia Rzeszow: bs 11, ace 3, muri 7, errori 5, ricezione 59% (34%prf), attacco 39%
Lube Banca Marche Macerata: bs 11, ace 0, muri 13, errori 6, ricezione 63% (50%prf), attacco 47%

Foto | © CEV

Ultime notizie su Champions League Pallavolo Maschile

Tutto su Champions League Pallavolo Maschile →