Chris Ashton e quei paragoni tra Balotelli e Suarez

L’ennesima bravata dell’ala inglese ha provocato il sarcasmo di grandi ex e di colleghi del giocatore.

13 settimane di squalifica per aver morso due volte gli avversari nella stessa partita. Conquista un nuovo record Chris Ashton, ala dei Saracens e (sempre meno) della nazionale inglese di rugby e, soprattutto, si ritrova di nuovo sbattuto in prima pagina per una bravata fatta in campo o fuori.

L’ennesimo gesto da bad boy che non è passato inosservato e, anzi, è stato stigmatizzato da un grande ex del rugby britannico, Will Greenwood, che si è chiesto perché Ashton si trovi sempre in queste situazioni e ha commentato dicendo “è il nuovo Balotelli, qualcuno gli regali una maglietta con scritto “Why always me?””. Chiaro riferimento ai tempo di Mario Balotelli al Manchester City quando, dopo l’ennesima bravata finita sui tabloid, festeggiò un gol sollevando la maglia e mostrandone un’altra con la frase “Perché sempre io?”.

All’ex centro inglese ha risposto su Twitter Drew Mitchell, l’ala australiana attualmente al Tolone, che ha corretto Will Greenwood scrivendo “Mi spiace @WillGreenwood, @ChrisAshton1 non è il Mario Balotelli del Rugby… Lui è il Luis Suarez! NON ci sono assolutamente scuse”. Luis Suarez, giocatore del Barcellona e dell’Uruguay, diventato famoso anche per aver morso in carriera tre avversari, Otman Bakkal, Branislav Ivanovic e l’azzurro Giorgio Chiellini proprio agli ultimi Mondiali. Quella volta Suarez venne fermato per 4 mesi. Ad Ashton, insomma, è andata anche bene.

I Video di Blogo