Pro 12: Fiamme Oro al posto delle Zebre? A Roma ci fanno un pensierino

Sull’edizione online della Gazzetta il presidente del club della Polizia Forgione non nasconde il sogno celtico.

La terza franchigia romana tanto sognata da Gavazzi o, più terra terra, l’alternativa credibile alle Zebre. Roma vorrebbe la Guinness Pro 12 e a pensare in grande sono soprattutto le Fiamme Oro. Un sogno che cullano da tempo, ma che ieri sulle pagine web della Gazzetta dello Sport ha messo nero su bianco il presidente Armando Forgione.

“Ma c’è una cosa fondamentale che, in ogni caso, ci mancherebbe: lo stadio” dice Forgione alla Gazzetta. Già, lo stadio. Che sarebbe il Flaminio, ma come ben sappiamo l’ex casa del rugby italiano versa in uno stato d’abbandono totale. Per rimetterlo a posto servono svariati milioni e solo l’arrivo delle Olimpiadi a Roma sbloccherebbe i 45 milioni che il Coni vorrebbe stanziare per rimetterlo a posto. Per il 2024, però.

In verità, il sogno di portare la Guinness Pro 12 in una metropoli (Milano e Roma in primis) viene cullato da molti e da molti anni, ma sono proprio le infrastrutture a spegnere ogni velleità. Né Milano né Roma hanno uno stadio adatto al Pro 12 e, dunque, sognare si può, ma non è nulla più di ciò. Ance se Forgione si spinge oltre e nelle sue parole c’è un diretto attacco alle Zebre e alla gestione celtica da parte della Fir fin dall’inizio. “Non si può non partire da uno staff dirigenziale fatto di persone serie e competenti. Della potenzialità economica parliamo dopo, prima vengono organizzazione e management, altrimenti i soldi si buttano” dice il numero 1 delle Fiamme Oro.

Parole cui è difficile dare torto, come quando dice che “avere una struttura significa dotarsi di ottimi manager, ciascuno con la propria competenza. Non può esistere ancora la figura del presidente che vuole fare tutto”. Nelle Zebre, ma anche nei club d’Eccellenza e, perché no, in Fir aggiungeremmo. Ma i dirigenti, i giocatori, le competenze sono solo parole vuote senza, come diceva Forgione all’inizio, uno stadio. Ed è qui che i sogni si fermano. A Roma come a Milano.

Ultime notizie su Guinness Pro14

Tutto su Guinness Pro14 →