Rugby Championship: l’Australia vince la sfida tra malate

Si è conclusa a Brisbane la sfida tra i Wallabies e gli Springboks, che mandano in fuga gli All Blacks.

Un’Australia più bella – anche se ancora con molti problemi – di un Sud Africa con poche idee basta per vincere a Brisbane. Match ricco di errori da entrambe le parti, ma partita fatta principalmente dai Wallabies, che però non concretizzano abbastanza e non chiudono un match che li vede dominare sia possesso sia territorio.

Avvio shock a Brisbane, dove dopo un primo minuto di controllo dell’Australia arriva subito la fiammata degli Springboks (con un paio di passaggi al limite dell’avanti) e alla fine si chiude con la meta di Whiteley per il vantaggio ospite. L’Australia è bella da vedere, fa la partita, ma piccole imperfezioni rendono inutili gli sforzi palla in mano dei Wallabies. Un fallo di Adriaanse manda Foley sulla piazzola che accorcia. Al 18′, però, colpo che rischia di essere da ko. Attacco molto bello dell’Australia con Folau e Cooper, palla che arriva a Foley, ma Adriaan Strauss intercetta, contrattacco al piede ed è Goosen a schiacciare tra i pali.

Australia che torna in attacco, ma con undici punti da recuperare, e finalmente al 27′ i Wallabies trovano il buco giusto e lo trovano al largo con Adam Coleman che schiaccia e prima meta del match per i padroni di casa. Ancora Wallabies a fare il match, ancora un fallo del Sud Africa e Bernard Foley può aggiungere altri tre punti per il -1 dei padroni di casa.

Il massimo risultato con il minimo impegno per gli Springboks, ma a inizio ripresa l’Australia prova a concretizzare la superiorità mostrata nel primo tempo e quella in campo per il giallo a Eben Etzebeth e al 43′ Foley dà il primo vantaggio per i padroni di casa. Poco dopo è Kerevi ad andare oltre la linea di meta, ma la coscia tocca la linea laterale nello stesso momento in cui l’ovale tocca terra e altra occasione sprecata. Molta confusione, tanti errori da entrambe le parti, ma a guadagnarci è il Sud Africa che non paga troppo l’inferiorità numerica.

Dopo un momento favorevole agli Springboks, che però dura poco, torna a macinare metri l’Australia e al 62′ è Bernard Foley a buttarsi tra le maglie sudafricane e schiaccia in meta, con i Wallabies che possono allungare. Il Sud Africa prova a reagire e al 66′ torna sotto break con il piazzato del neoentrato Morne Steyn che tiene i suoi in partita. Poche idee in campo, spesso confuse e, così, un Sud Africa che non entusiasma resta in attacco, ma anche gli ospiti non riescono a trovare il buco vincente e il XV di Cheika si salva. Ma match ancora apertissimo, Springboks che insistono, ma ancora una volta a essere decisivi sono gli errori, anche banali, dei due attacchi che rendono vane le azioni di Sud Africa e Australia. Ultimo assalto dei sudafricani quando sta per scadere il tempo, ma c’è l’avanti e Wallabies che fanno festa.

AUSTRALIA – SUD AFRICA 23-17
Sabato 10 settembre, ore 12.05 – Suncorp Stadium, Brisbane
Australia: 15 Israel Folau, 14 Dane Haylett-Petty, 13 Samu Kerevi, 12 Bernard Foley, 11 Reece Hodge, 10 Quade Cooper, 9 Will Genia, 8 David Pocock, 7 Michael Hooper, 6 Dean Mumm, 5 Adam Coleman, 4 Kane Douglas, 3 Sekope Kepu, 2 Stephen Moore, 1 Scott Sio
In panchina: 16 Tatafu Polota-Nau, 17 James Slipper, 18 Allan Alaalatoa, 19 Rory Arnold, 20 Sean McMahon, 21 Nick Phipps, 22 Tevita Kuridrani, 23 Drew Mitchell
Sud Africa: 15 Johan Goosen, 14 Bryan Habana, 13 Jesse Kriel, 12 Juan de Jongh, 11 Francois Hougaard, 10 Elton Jantjies, 9 Faf de Klerk, 8 Warren Whiteley, 7 Oupa Mohoje, 6 Francois Louw, 5 Lood de Jager, 4 Eben Etzebeth, 3 Lourens Adriaanse, 2 Adriaan Strauss, 1 Tendai Mtawarira
In panchina: 16 Bongi Mbonambi 17 Trevor Nyakane, 18 Steven Kitshoff, 19 Franco Mostert, 20 Pieter-Steph du Toit, 21 Jaco Kriel, 22 Morne Steyn, 23 Lionel Mapoe
Arbitro: Nigel Owens
Marcatori: 3′ m. Whiteley tr. Janjies, 12′ cp. Foley, 18′ m. Goosen tr. Jantjies, 27′ m. Coleman tr. Foley, 35′ cp. Foley, 43′ cp. Foley, 62′ m. Foley tr. Foley, 66′ cp. M.Steyn

Ultime notizie su The Rugby Championship

Tutto su The Rugby Championship →