Rugby Seven: Italia, in Polonia è gran quinto posto

Si sono conclusi gli impegni per gli azzurri nell’ultima tappa delle Grand Prix Series.

Quinto posto e miglior risultato della stagione per gli azzurri, che in Polonia portano a casa una vittoria storica sulla Francia, e poi vincono in rimonta contro la Georgia nella finale per il quinto posto. Un’Italia che chiude le Grand Prix Series in crescendo.

I quarti di finale iniziano con la sfida tra gli azzurri e i Great Britain Royals. Già battuti nettamente nella fase a gironi, gli italiani possono poco contro una squadra che sta preparandosi a Rio 2016 e, così, con due mete per tempo i britannici volano via, anche se l’Italia lotta finché può, e conquistano le semifinali. Dove vengono raggiunti da GB Lions, Russia e Spagna, che supera di stretta misura la Francia, avversaria dell’Italia nelle semifinali per il quinto posto.

Con la Francia inizia ottimamente l’Italia, che sull’asse Fadalti-Ragusi-Ambrosini costruisce subito una meta messa a segno dall’ex apertura della Benetton Treviso. E al terzo è Fadalti a rompere il placcaggio e a dare la seconda meta agli azzurri per il 14-0 parziale. Tanti errori da ambo le parti, ma Italia che difende bene e, così, va con due mete di vantaggio all’intervallo. E un errore francese al 3′ del secondo tempo libera Simone Ragusi per la terza meta azzurra, con l’Italseven che inizia a vedere una vittoria storica e la possibilità di migliorare il risultato di Exeter. E lo show azzurro continua, con due bellissime azioni in sequenza di Sebastian Lombardo e la seguente meta di Guardiano che lancia gli azzurri alla finale del Plate, dove a sorpresa affronterà la Georgia.

E nella sfida finale inizia bene la Georgia, che dopo un lungo possesso riesce ad andare in meta e a portarsi in vantaggio nonostante la buona difesa azzurra. Prova a rispondere l’Italia, sposta il baricentro nella metà campo georgiana, ma qualche errore di troppo impedisce di conquistare punti. Così a tempo scaduto arriva la meta fortunosa della Georgia che raccoglie un ovale toccato dagli azzurri su un calcio d’alleggerimento e si chiude il primo tempo sul 12-0. Anche nella ripresa l’Italia fa gioco, ma è troppo sterile e non si rende mai veramente pericolosa. Fino al 4′, quando finalmente gli azzurri sfondano e vanno in meta con Falsaperla. Nonostante lo svantaggio domina l’Italia, obbliga al giallo un difensore georgiano e a tempo scaduto Simone Ragusi segna la meta del pareggio e Ambrosini mette i punti della vittoria.

GDYNIA 7S – QUARTI DI FINALE
GB Royals – Italy 26-0
GB Lions – Georgia 12-0
Russia – Germany 29-19
France – Spain 12-15

GDYNIA 7S – 5-8° POSTO
Italy – France 28-0
Georgia – Germany 17-10

GDYNIA 7S – 5-6° POSTO
Italy – Georgia 14-12

GDYNIA 7S – SEMIFINALI
GB Royals – Spain 22-10
GB Lions – Russia 17-14 (d.t.s.)

GDYNIA 7S – FINALE
GB Royals – GB Lions 26-14

Foto – Rafał Gąglewski/Łukasz Kilar