Boss latitante Francesco Di Fresco arrestato a Palermo

Francesco Di Fresco, 53 anni, sfuggito alla cattura nel ’95, è stato arrestato questa mattina nel centro di Palermo in un appartamento di viale Croce Rossa, vicino all’ospedale Villa Sofia. L’uomo è ritenuto dagli investigatori il boss del mandamento di Brancaccio-corso dei Mille. Ad effettuare l’arresto sono stati gli uomini della squadra Catturandi. Di Fresco

di remar


Francesco Di Fresco, 53 anni, sfuggito alla cattura nel ’95, è stato arrestato questa mattina nel centro di Palermo in un appartamento di viale Croce Rossa, vicino all’ospedale Villa Sofia.

L’uomo è ritenuto dagli investigatori il boss del mandamento di Brancaccio-corso dei Mille. Ad effettuare l’arresto sono stati gli uomini della squadra Catturandi.

Di Fresco dovrà ora scontare una condanna all’ergastolo per l’omicidio di Antonino Vallecchia. A luglio del 1995 contro l’uomo era stata spiccata un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio premeditato in concorso, sequestro di persona e distruzione di cadavere.

Il Ministro dell’Interno Roberto Maroni ha telefonato al capo della polizia, Antonio Manganelli, per congratularsi dell’arresto del presunto boss. “Grazie al lavoro straordinario della Squadra mobile di Palermo oggi è stato inferto un altro durissimo colpo alla mafia. Di Fresco, infatti, pur essendo inserito nell’elenco dei 100 latitanti, era considerato uno dei più pericolosi ricercati di cosa nostra a Palermo”.

Come si legge su Live Sicilia l’appartamento in cui il latitante è stato sorpreso era un vero e proprio bunker “con tanto di intercapedini nascoste ricavate nel suo appartamento di via Croce Rossa”. L’uomo all’irruzione degli agenti, ha tentato di infilarsi in una sorta di stanzetta ricavata nell’appartamento alla quale si accedeva spostando un armadio a muro.

Ieri sempre a Palermo sono stati arrestati due uomini accusati di aver favorito la latitanza di Gianni Nicchi.

Via | Giornale di Sicilia

Ultime notizie su Mafia

Tutto su Mafia →