Scomparsa Tiziana Fortunato, una mail a Chi l’ha visto: “non cercatemi”

Torniamo a parlare di Tiziana Fortunato, la 33enne scomparsa da Canosa Di Puglia, il 20 settembre. Il giallo si infittisce. Una mail firmata dalla donna, ma non inviata dal suo indirizzo di posta elettronica, è arrivata alla redazione della trasmissione “Chi l’ha visto?”. Ecco il testo:«Buonasera sono Tiziana Fortunato, vi scrivo da una mail non

di remar


Torniamo a parlare di Tiziana Fortunato, la 33enne scomparsa da Canosa Di Puglia, il 20 settembre. Il giallo si infittisce. Una mail firmata dalla donna, ma non inviata dal suo indirizzo di posta elettronica, è arrivata alla redazione della trasmissione “Chi l’ha visto?”. Ecco il testo:

«Buonasera sono Tiziana Fortunato, vi scrivo da una mail non mia in quanto e ne approfitto per denunciare il fatto, il signor Lagrasta Giuseppe si è permesso di cambiare le mie password. Sto bene, non preccupatevi, tra poco mi farò sentire per spiegare le ragioni della mia fuga legate alle minacce e ai maltrattamenti subiti da parte dei Giuseppe. Non voglio avere più niente a che fare con lui, tornerò solo quando sarò sicura che Giuseppe si è allontanato dalla mia vita. Non date colpe a Vicaria che non centra niente con la mia fuga. Salutate i miei genitori e i nipoti Antonio, Michele, Francesco, Rossella e Deborah. Date una carezza a Zeus. Annullate le mie ricerche e se potete avvisate anche le autorità competenti nel caso fossero state allertate. Firmato: Tiziana Fortunato». 

I riferimenti familiari farebbero pensare che sia stata la scomparsa a scrivere la mail o quantomeno qualcuno che la conosce bene.

La sorella Lucia ed il fidanzato Giuseppe durante la trasmissione hanno detto chiaramente di non credere all’autenticità della mail. La donna potrebbe anche essere stata costretta a scrivere quelle righe, magari da qualcuno che sarebbe riuscito a plagiarla come pensano gli stessi familiari.

Pochi gli elementi finora in mano agli investigatori. Dal sito di Chi l’ha visto:

‘Speriamo che viene…’ è l’appello che le ha rivolto l’anziana madre durante la trasmissione. Le ragioni della scomparsa potrebbero trovarsi nel computer della donna, scomparso con lei, davanti al quale trascorreva molto tempo catturata dal gioco di ruolo “Ikariam” ambientato in un’ipotetica antica società. Usava il nickname “Martina”, diceva di avere 24 anni e di essere di Vasto. Un mondo parallelo a quello reale nel quale potrebbe nascondersi qualche indizio in più sulla sua sorte. La segnalazione di un edicolante di Canosa di Puglia che si era detto certo di averle venduto la mattina del 20 settembre un biglietto per l’autobus diretto a Foggia, sembra esserre confermata da un autista che l’ avrebbe riconosciuta tra i passeggeri trasportati quel giorno. L’uomo ha anche aggiunto che Tiziana Fortunato gli avrebbe chiesto informazioni su come raggiungere la stazione ferroviaria di Foggia. I familiari e il fidanzato l’hanno riconosciuta nelle immagini catturate dalle telecamere di sorveglianza della stazione.

Via | La Gazzetta del Mezzogiorno

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →