U20: Italia, col Giappone è l’ultima spiaggia

Gli azzurrini di Troncon devono battere i nipponici per non retrocedere dall’elite ovale juniores.

Dentro o fuori, e questa volta la Brexit non c’entra. Si parla di rugby juniores e di elite mondiale, quella da cui l’Italia di Alessandro Troncon rischia di uscire se non batterà questo pomeriggio il Giappone a Manchester. Dopo quattro sconfitte con Inghilterra, Australia, Scozia e Georgia, dunque, per Riccioni e compagni l’obbligo di vincere per non retrocedere nell’Under 20 Trophy, la seconda manifestazione mondiale di categoria.

La partita si disputa alle ore 13 italiane al “Manchester City Academy Stadium”, diretta dall’inglese Craig Makwell-Keys, e che sarà trasmessa in diretta streaming su worldrugby.org. Rispetto alla gara contro la Georgia sono due i cambi nel XV titolare: Marco Manfredi prende il posto di Makelara in prima linea e Giordano Baldino, in seconda linea, sostituirà Davide Fragnito con la fascia di capitano che passa a Marco Riccioni.

Alle 20, invece, all’AJ Bell Stadium di Salford saranno Irlanda e Inghilterra a giocarsi il titolo 2016 dei Mondiali juniores. Sfida inedita a questi livelli, con l’Irlanda mai giunta in finale ai Mondiali Under 20, e che vede le due squadre riproporre le stesse formazioni che si sono imposte in semifinale su Argentina e Sud Africa.

ITALIA U20 – la formazione
15 Matteo Minozzi, 14 Lorenzo Masato, 13 Marco Zanon, 12 Dario Schiabel, 11 Luca Sperandio, 10 Leonardo Mantelli, 9 Riccardo Raffaele, 8 Giovanni Licata, 7 Giovanni Pettinelli, 6 Lorenzo Robin Masselli, 5 Leonardo Krumov, 4 Giordano Baldino, 3 Marco Riccioni, 2 Marco Manfredi, 1 Daniele Rimpelli
In Panchina: 16 Niccolò Broglia, 17 Engjel Makelara, 18 Giosuè Zilocchi, 19 Davide Fragnito, 20 Davide Ciotoli, 21 Charly Trussardi, 22 Roberto Dal Zilio, 23 Andrea Bronzini